Agriturismi, parchi, oasi naturali, bed and breakfast immersi nel verde, fattorie didattiche sono tra le mete e le sistemazioni preferite dagli italiani e più amate dai turisti stranieri. A rivelarlo sono i dati diffusi dalla Coldiretti sull’ecoturismo in Italia. Cifre sorprendenti che testimoniano un successo controcorrente del turismo ecologico rispetto a tanti altri settori duramente colpiti dalla crisi negli ultimi anni. Nel 2013 il fatturato dell’ecoturismo ha raggiunto la soglia mai superata prima d’ora di 12 miliardi di euro.

La vacanza nel verde è un’alternativa economica ed ecologica ai viaggi tradizionali e rappresenta una scelta dettata dalla voglia di riscoprire ritmi di vita più lenti, sapori genuini e territori incontaminati, fuggendo dallo smog e dalla vita frenetica delle città. Inoltre è un’occasione per fare attività fisica immersi nella natura e nuove esperienze grazie al fiorire di servizi offerti dalle strutture ricettive e dalle pro loco: dal birdwatching al trekking, dai percorsi enogastronomici ai corsi di orticoltura.

La vasta offerta incentiva l’ecoturismo: in Italia infatti ci sono ben 20.474 agriturismi, 871 parchi e aree protette e ovunque si viva c’è una meta non molto distante che vale la pena raggiungere per una fuga dalla città, anche solo per una gita fuori porta di un solo giorno o un fine settimana di relax. I turisti stranieri lo scorso anno hanno rappresentato il 40,2% delle presenze registrate nel settore dell’ecoturismo, con un aumento del 2.2% rispetto al 2012. Sia gli italiani che i turisti stranieri amano degustare i prodotti tipici: a oggi sono 262 quelli riconosciuti a livello comunitario e ben 4.698 le specialità regionali.

Grande successo nel 2013 anche per i 1.200 mercati di Campagna amica, molto apprezzati soprattutto dai turisti stranieri che arrivano a spendere 100 euro al giorno in media, a fronte dei 65 euro spesi mediamente dagli italiani. Divario dovuto senz’altro al fatto che gli stranieri fanno incetta di prodotti locali italiani prima di ripartire, mentre gli italiani possono contare su prodotti biologici locali genuini disponibili quotidianamente un po’ in tutte le regioni.

12 maggio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento