Ecomondo 2018: raccolta batterie esauste, torna Una Pila Alla Volta

Il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori torna a Ecomondo e con esso il progetto Una Pila Alla Volta, studiato per coinvolgere i giovani verso la corretta raccolta delle batterie esauste. Anche quest’anno una parte dello stand 13 (padiglione B3) del CDCNPA è stato dedicato a questa iniziativa, che punta alla sensibilizzazione di bambini e ragazzi attraverso momenti di gioco e di sfida a squadre.

L’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed è rivolta agli studenti di età compresa tra i 10 ed i 14 anni, ai loro docenti e alle loro famiglie. In palio un montepremi complessivo di 38.000 euro in voucher, spendibili in materiale didattico. Ciascun tutor potrà iscrivere una o più squadre alla sfida, per un limite massimo di 25 membri per formazione.

Il via al concorso verrà dato il 15 gennaio 2019 con l’inizio delle prove, che verranno svolte nell’arco di tre mesi, fino a marzo. Chi volesse partecipare può iscrivere le squadre già da oggi sul sito wwww.unapilaallavolta.it e scaricare i materiali didattici. Tre le sfide previste, che inizieranno una volta completato un percorso didattico sulle batterie, il loro fine vita e sulle corrette modalità di avviarle al recupero: un quiz interattivo su aspetti storici, tecnologici e ambientali riguardanti le pile e gli accumulatori; la realizzazione di un’opera (quadro, scultura) utilizzando le pile recuperate in casa; l’individuazione di un contenitore per la raccolta differenziata.

Ogni prova dovrà essere affrontata anche attraverso testimonianze foto o video, con i vari prodotti caricati dal tutor sulla piattaforma Web e qui potranno essere votati. Gli stessi contenuti verranno condivisi poi attraverso i canali social Facebook, Twitter, Instagram, stimolando la diffusione dei lavori realizzati e del progetto di sensibilizzazione riguardo la raccolta differenziata di pile e accumulatori.

Al termine delle votazioni le 10 migliori squadre verranno ammesse all’evento finale, previsto per metà maggio 2019 a Como (città natale di Alessandro Volta): chi vincerà otterrà il titolo di “Primi campioni del riciclo delle pile” e due voucher aggiuntivi ciascuno del valore di 2500 euro; previsto anche un premio ai tre migliori tutor del valore di 500 euro in voucher e una targa per la scuola di appartenenza. Come ha sottolineato Giulio Rentocchini, presidente CDCNPA:

L’edizione dello scorso anno è stata molto entusiasmante ed educativa quest’anno ritorniamo con una carica in più e con l’obiettivo di coinvolgere sempre più giovani nella raccolta differenziata delle pile e degli accumulatori rendendo questo gesto, semplice ma molto importante per l’ambiente, un’azione quotidiana. I ragazzi e le ragazze che partecipano al progetto, uniti per vincere insieme la sfida della sostenibilità, saranno i primi testimonial di questo comportamento virtuoso.

L’iniziativa quest’anno potrà contare su una novità, il sostegno da parte del progetto “Waste Travel 360” realizzato da Ancitel Energia&Ambiente, con un tour virtuale di approfondimento nel mondo dei rifiuti con l’utilizzo di speciali visori a 360° che verrà installato in una scuola per ciascune delle 10 città italiane coinvolte: Torino, Genova, Varese, Pordenone, Modena, Roma (I municipio), Colleferro (RM), Cava de Tirreni, Potenza e Vibo Valentia. Anche per l’edizione di quest’anno ad accompagnare i ragazzi in questo percorso educativo sarà la mascotte robotica B.En.

Ai nostri microfoni abbiamo intervistato Luca Tepsich, segretario generale del CDCNPA, che ci ha parlato dei risultati raggiunti nella raccolta delle batterie esauste e delle novità del concorso “Una pila alla volta”:

8 novembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento