Il bilancio annuale del programma di riciclo delle capsule in alluminio della Nespresso si preannuncia positivo. Lo rivelano i primi dati per il 2016 del progetto “The Positive Cup” presentati oggi a Ecomondo, la fiera della sostenibilità in corso a Rimini fino all’11 novembre.

Il progetto, lanciato nel 2011 in collaborazione con il CIC, il CiAL e Federambiente, oggi è attivo in 50 città italiane. La raccolta e il riciclo delle capsule in alluminio nei primi 9 mesi dell’anno hanno registrato un incremento del 3% rispetto allo stesso periodo del 2015, per un totale di oltre 317 tonnellate riciclate.

=> Leggi le novità del CIC sul biometano in arrivo da Ecomondo 2016

Secondo le stime della Nespresso la raccolta 2016 si chiuderà con 430 tonnellate di capsule in alluminio riciclate. Dal 2012 a oggi le tonnellate recuperate salgono a quota 1.593. Il direttore generale del CiAL Gino Schiona presentando i dati dei primi nove mesi del 2016 ha sottolineato l’importante contributo dei consumatori Nespresso, pienamente consapevoli del valore del riciclo dell’alluminio.

Il materiale presenta diverse qualità: è riciclabile all’infinito, preserva le caratteristiche organolettiche del caffè, può essere separato facilmente dai residui organici. Dopo l’uso le capsule possono essere consegnate negli 88 punti di raccolta sparsi sul territorio nazionale, dalle boutique Nespresso alle isole ecologiche.

=> Fondi del caffè per decontaminare l’acqua da piombo e mercurio, scopri come

Il programma della Nespresso, oltre a garantire un notevole risparmio energetico dal riciclo delle materie prime, permette di compostare i residui del caffè per fertilizzare le risaie lombarde.

Il riso acquistato dall’azienda viene distribuito alle famiglie in difficoltà dal Banco Alimentare della Lombardia. Nell’ambito del progetto la compagnia quest’anno ha donato oltre 300 quintali di riso. Dall’avvio dell’iniziativa sono stati donati agli indigenti 980 quintali di riso.

Fabio Degli Esposti, direttore generale di Nespresso Italia, si è detto orgoglioso dei risultati raggiunti e ha sottolineato il valore sociale e ambientale dell’economia circolare:

Il programma The Positive Cup consente una gestione responsabile e sostenibile delle risorse lungo l’intera filiera del nostro caffè: dalla coltivazione del caffè verde fino al riciclo e alla seconda vita delle capsule.

9 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento