Il progetto “Cinema in classe A” promosso dall’ENEA e da Green Cross Italia inizia a produrre i suoi primi frutti. A Ecomondo 2016, la fiera della sostenibilità in corso a Rimini, giovedì 10 novembre verrà presentato il primo rapporto sull’efficienza energetica nelle sale cinematografiche italiane. La presentazione si svolgerà alle 12.30 presso lo stand 155 del Consorzio Italiano Compostatori, allestito nel padiglione D3.

=> Leggi le novità in arrivo a Ecomondo 2016

Lo studio ha analizzato i dati sui consumi delle sale cinematografiche italiane, svelando il grande potenziale di risparmio energetico dell’applicazione di protocolli di efficientamento. La riduzione delle emissioni è stata stimata dagli esperti in 1.120 tonnellate di CO2. Un valore che corrisponde alle emissioni prodotte in un anno dai consumi di gas di 1.200 famiglie.

Il direttore di Green Drop Award Marco Gisotti commentando i risultati dell’analisi ha spiegato che le sale cinematografiche e i teatri italiani stanno sfruttando poco i benefici economici e ambientali dell’efficientamento energetico. Anche in caso di restauro raramente si dà priorità agli interventi volti a risparmiare energia.

=> Scopri i vincitori del Green Drop Award 2016

Un quadro poco confortante che il progetto “Cinema in classe A” intende ribaltare, avviando una rivoluzione che potrebbe interessare 3.354 luoghi pubblici. Secondo gli esperti anche l’impronta ecologica delle produzioni cinematografiche potrebbe essere notevolmente ridotta usando tecnologie a basso impatto e limitando le emissioni degli spostamenti.

Non a caso la campagna #CinemaInClasseA è stata lanciata alla 73esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia per promuovere l’adozione di pratiche sostenibili nell’intera filiera cinematografica. L’iniziativa vede coinvolti i produttori cinematografici e gli attori nella diffusione dei concetti della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico.

A sottolineare l’impatto sociale del progetto è Antonio Disi, a capo del servizio Comunicazione dell’Unità Efficienza Energetica dell’ENEA:

Il cinema può essere veicolo per sensibilizzare cittadini, consumatori e utenti finali. Dalla raccolta differenziata all’utilizzo di auto elettriche, anche il grande schermo può puntare sulle tematiche ambientali e sull’efficienza energetica, mostrando esempi e modelli positivi che aiutino a far maturare nella coscienza di ognuno l’impegno ambientale quotidiano.

Il progetto rientra nell’iniziativa di più ampio respiro “Italia in classe A”, promossa dall’ENEA per favorire un uso ottimizzato e consapevole delle risorse energetiche e ridurre l’inquinamento.

8 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento