Novità in arrivo per quanto riguarda l’Ecobonus. Ad annunciarle è il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, intervenuto a margine dell’inaugurazione del Cersaie, che non ha menzionato nel suo intervento l’altra agevolazione fiscale relativa alle ristrutturazioni (per le quali è prevista un’aliquota del 50% con tetto di 96mila euro).

=> Leggi le FAQ dell’ENEA sull’Ecobonus al 65%

Le modifiche all’Ecobonus per i lavori di efficientamento energetico saranno introdotte con la prossima Legge di Bilancio, ha specificato Gian Luca Galletti, che ha poi confermato il sostegno del governo a tale forma di detrazione fiscale:

Nella legge di bilancio ci sarà una rivisitazione dell’Ecobonus. L’Ecobonus è uno strumento che è servito molto, che ha permesso grandi investimenti nel settore dell’efficientamento energetico. Noi ci crediamo, continuiamo a crederci e vogliamo investire ancora di più in questo strumento.

=> Leggi le dichiarazioni del ministro Padoan sulla stabilizzazione dell’Ecobonus 65%

Le modifiche riguarderanno non soltanto le aliquote riconosciute a chi richiederà l’Ecobonus, che verranno legate all’impatto che i lavori avranno sull’efficienza energetica dell’immobile in oggetto e avranno una percentuale massima riconosciuta pari al 65%, ma anche le stesse aree di intervento per le quali potrà essere richiesta la detrazione fiscale. Tra le possibili novità anche la rimozione dell’amianto dai tetti. Lo stesso ministro Galletti ha poi precisato:

Gli incentivi saranno confermati, ma anche “rivisitati”. Si pensa in particolare di estenderli anche a lavori su giardini condominiali e balconi nonchè per la rimozione dell’amianto sui tetti. Le aliquote saranno rimodulate differenziandole per misure che hanno un maggiore impatto in termini di emissioni e risparmio energetico.

27 settembre 2017
Lascia un commento