Nuove linee guida ENEA all’ecobonus 65% per caldaie a biomassa e schermature solari. Sono state rese disponibili da parte dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile due nuove guide, ciascuna relativa a uno specifico campo, in risposta alle novità introdotte dal Governo con l’approvazione della Legge di Stabilità 2015.

Le istruzioni diffuse dall’ENEA puntano a rendere chiare le procedure necessarie per usufruire degli ecobonus al 65% così come previsto dalle nuove disposizioni. Per quanto riguarda le schermature solari l’Agenzia chiarisce che:

Devono essere collocate a protezione di una superficie vetrata (all’interno, all’esterno o integrate) e devono essere regolabili a seconda della stagione e delle condizioni meteorologiche.

Per le chiusure oscuranti, come persiane, veneziane e tapparelle, vengono considerati validi tutti gli orientamenti, mentre per le schermature non in combinazione con vetrate, ad esempio le tende esterne, vengono escluse quelle posizionate su pareti esposte a nord. Il valore massimo della detrazione è di 60 mila euro.

Sul tema delle caldaie a biomassa i consigli ENEA riguardano in particolare:

La semplificazione dei requisiti per beneficiare delle detrazioni nel caso di sostituzione o integrazione di un impianto già in funzione o di nuova istallazione (solo però in un edificio già esistente). Il rendimento utile nominale minimo dell’impianto non deve essere inferiore all’85%, mentre il valore massimo della detrazione è di 30 mila euro.

Le spese per gli interventi dovranno essere sostenute entro il periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2015 mentre l’invio della documentazione all’ENEA dovrà avvenire entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Le nuove guide sono scaricabili all’indirizzo efficienzaenergetica.acs.enea.it e costituiscono il “parere tecnico” dell’Agenzia in merito agli interventi agevolati di riqualificazione energetica.

15 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento