Questa notte milioni di occhi in tutto il Pianeta saranno puntati al cielo per ammirare l’eclissi di Sole, l’unica totale del 2016. Il fenomeno si verifica quando il Sole, la Luna e la Terra sono perfettamente allineati. La falce della Luna oscura il Sole facendo piombare la Terra al buio e diffondendo un’atmosfera suggestiva.

Quando l’ombra della Luna ricade sulla Terra è possibile intravedere il satellite che blocca una porzione della luce solare. L’ambiente si tinge di sfumature violacee, in cielo compaiono le stelle e le temperature si abbassano come se fosse notte. L’eclissi solare sarà ben visibile nell’Oceano Pacifico. A poter ammirare il fenomeno saranno gli abitanti dei Paesi del Sud-Est asiatico, in particolare gli indonesiani.

L’eclissi sarà visibile parzialmente anche in alcune regioni dell’Alaska, nell’arcipelago delle Hawaii, alle Isole Samoa e nell’isola di Guam. In Italia purtroppo sarà impossibile ammirare dal vivo l’eclissi solare. Tuttavia si potrà seguire il fenomeno in diretta streaming su YouTube grazie alle riprese effettuate dall’osservatorio Slooh e dall’Istituto di Astrofisica delle Canarie. L’appuntamento con la diretta streaming dell’eclissi solare è intorno alla mezzanotte ora italiana. Chi volesse ammirare soltanto la fase di totalità, che durerà 4 minuti, dovrà collegarsi intorno alle 2 e 58 del mattino.

Anche la NASA trasmetterà in streaming l’eclissi solare, collegandosi dall’isola di Woleai, in Micronesia. L’agenzia spaziale americana ha programmato una serie di speciali e diverse interviste con astronomi famosi, in collaborazione con l’Exploratorium Science Center di San Francisco.

Sulla pagina Facebook del NASA Marshall Center sarà possibile rivolgere delle domande agli scienziati per soddisfare ogni genere di curiosità sul fenomeno astronomico. Chi volesse postare o ammirare le foto dell’eclissi solare potrà visitare il gruppo Flickr dedicato all’evento, denominato eclipse2016.

Per ammirare la prossima eclissi di Sole totale bisognerà attendere il 21 agosto 2017. Gli astronomi invitano dunque a non perdersi questo spettacolo astronomico eccezionale, che coincide con la prima superluna del 2016.

Il fenomeno si verifica quando la luna piena si trova alla minore distanza dalla Terra e sembra più grande del 14%. In Italia dopo il tramonto sarà possibile ammirare anche il pianeta Giove al massimo della sua luminosità puntando lo sguardo verso Est.

8 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento