Lo spettacolo regalato dal cielo si arricchirà domani di un nuovo e atteso capitolo con un’eclissi lunare totale che farà apparire il satellite naturale della Terra come colorato di rosso. L’evento, il secondo da questo tipo che si verifica quest’anno dopo quello del 15 aprile, sarà perfettamente visibile dalla costa occidentale del Nord America, dall’Australia, dalla Nuova Zelanda, dalle isole del Pacifico e dall’Asia orientale, mentre sarà impossibile apprezzarlo dall’Europa, dall’Africa dal Medio Oriente e dalle regioni occidentali del Nord America.

L’eclissi di Luna dell’8 ottobre è il secondo evento di una “Tetrade“, cioè una serie di eclissi che si ripeteranno quattro volte in due anni dando vita a un evento molto raro che avviene relativamente spesso in un periodo di 300 anni. Nel momento di minore visibilità la Terrà si frapporrà tra la Luna e il Sole dando vita a uno scenario suggestivo come quello della “Luna Rossa“, ovvero l’effetto visivo secondo cui il satellite apparirà in un’insolita tonalità cromatica rossa a causa della rifrazione dei raggi solari con l’atmosfera terrestre.

L’eclissi farà apparire la Luna un po’ più grande del consueto e durerà in tutto 58 minuti, mentre saranno più estese la fase ombrale, che si svolgerà nel tempo di 3 ore e 20 minuti, e la fase di penombra, la cui durata sarà di 5 ore e 18 minuti. Vista l’impossibilità di poter seguire direttamente l’evento, per chi risiede in un Europa o in una delle aree in cui l’eclissi non sarà visibile verrà in aiuto il Web e la NASA, che offrirà una diretta streaming.

L’evento naturale di domani non rimarrà l’unico degno di nota del mese di ottobre, ma sarà seguito da altri appuntamenti imperdibili per addetti ai lavori e appassionati. Il 19 ottobre l’attenzione sarà per la cometa Siding Spring, che si troverà a passare vicino a Marte, mentre pochi giorni dopo, tra il 21 e il 22 ottobre, sarà la volta delle Orionidi, ovvero le “stelle cadenti” consistenti in una pioggia di meteoriti che avviene in concomitanza con il passaggio della cometa di Halley.

È previsto invece per il 23 ottobre l’appuntamento con una eclissi solare parziale. In questo caso sarà la Luna a trovarsi tra la Terra e il Sole, non riuscendo però a coprire integralmente l’astro di riferimento che quindi sarà solo in parte coperto. L’evento si verificherà alle 20.37, ma anche stavolta non sarà possibile vederlo dall’Europa, bensì dall’Oceano Pacifico e dal Nord America.

7 ottobre 2014
Fonte:
Lascia un commento