Fondamentale per la salute in generale, e soprattutto per la produzione di globuli rossi e cellule nervose, la vitamina B12 deve essere assunta attraverso l’alimentazione tenendo conto del fabbisogno giornaliero, in modo tale da evitare carenze e da limitare i rischi legati a un sovradosaggio di questo prezioso elemento.

=> Scopri a cosa serve la vitamina B12


Anche un’assunzione eccessiva di vitamina B12, infatti, può avere conseguenze spiacevoli dal punto di vista della salute e del benessere dell’organismo, sebbene si tratti di una condizione abbastanza rara. Chiamata anche cobalamina, è idrosolubile e il corpo umano non ha la possibilità di accumulare scorte, dovendo affidarsi interamente a una dieta bilanciata che preveda il consumo di alimenti che ne contengono elevate quantità, come quelli di origine animale tra cui uova, latticini, carne, ma anche attingendo al mondo vegetale con vari tipi di legumi e soia.

Cause

Per quanto riguarda le cause che portano a un aumento incontrollabile dei valori di vitamina B12 nel sangue, devono essere ricercate nell’abuso di alcuni cibi ma anche nell’assunzione di integratori che non rispetta le dosi consigliate: la scelta di ricorrere a supplementi di cobalamina deve essere sempre sostenuta dal parere del medico curante, il quale valuterà l’apporto alimentare e gli effettivi valori di riferimento. In generale, un leggero sovradosaggio viene gestito autonomamente dall’organismo che provvede a espellere eventuali eccessi di vitamina B12 attraverso il sudore e le urine, mentre nei casi più gravi è sempre necessario indagare eventuali fattori scatenanti ed escludere la presenza di patologie che hanno come conseguenza proprio un’ipervitaminosi.

Sintomi

Quando la vitamina B12 presente nel sangue supera notevolmente i livelli di guardia possono svilupparsi alcuni sintomi specifici, tra i quali squilibri che riguardano l’umore, tremore, stati d’ansia ingiustificati, insonnia gonfiori.

=> Scopri gli integratori di vitamina B12


Da tenere sotto controllo sono anche possibili reazioni allergiche che si manifestano spesso con eruzioni cutanee e difficoltà legate alla respirazione. Talvolta anche il battito cardiaco può subire alterazioni risultando accelerato.

Conseguenze e rischi

Assumendo dosi eccessive di vitamina B12, si può andare incontro ad alcuni effetti collaterali anche di notevole gravità. Iniziando da quelli più comuni, possono manifestarsi palpitazioni, orticaria, problemi della respirazione e disfunzioni dell’apparato gastrointestinale come la diarrea. Si tratta di disturbi che, in genere, tendono ad affievolirsi fino a scomparire con il passare delle ore.

=> Scopri la vitamina B12 alta


In alcuni casi le conseguenze legate al sovradosaggio si manifestano alterando il benessere psicologico, fino a scatenare veri e propri attacchi di panico.

Infine, oltre a causare problemi ai reni, un livello estremamente elevato di vitamina B12 sembra poter avere come conseguenza anche lo sviluppo di alcuni tipi di tumore: questa è una teoria sostenuta da una ricerca condotta nel 2013 e pubblicata sul Journal of the National Cancer Institute. Secondo gli studiosi, infatti, monitorando un vasto campione di pazienti in cura per neoplasie sono stati rilevati elevati valori di cobalamina nel sangue, tuttavia l’ipotesi che alti livelli di questo elemento possano essere considerati come veri e propri “marker” tumorali è ancora da confermare.

16 maggio 2017
Lascia un commento