Il 22 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Terra o Earth Day e, il tema della sostenibilità in vacanza e nel settore turistico è molto dibattuto. Secondo uno studio svolto da Airbnb, i viaggiatori hanno dichiarato di preferire le loro soluzioni per gli alloggi in vacanza perchè più sostenibili rispetto agli alloggi classici: in Europa il 94% degli host adotta pratiche eco-compatibili e, in Italia, la percentuale sale al 98%.

=> Scopri quale hotel italiano è il più green d’Europa

Il mondo degli alloggi “classici” si sta così apprestando ad attuare politiche ecologiche, green e sostenibili nei proprio alloggi, ma Airbnb è sicuramente la capolista di questa nuova filosofia di viaggio.

È una risposta concreta ai trend globali che cercano di rispondere in modo fattivo ai cambiamenti climatici. Del resto, la nuova generazione di viaggiatori (i “Millennials”) ha dimostrato un interesse crescente verso i viaggi sostenibili e la sharing economy, ossia l’economia della condivisione.

=> Il 2017 è l’anno internazionale del turismo sostenibile, scopri perché

AirBnb ha contribuito ad un risparmio di energia equivalente a 566mila case e, a livello di acqua, si è risparmiato l’equivalente di 9 mila piscine olimpioniche. Tra le possibilità di alloggio più originali ed ecologiche c’è sicuramente la Glass House a Monferrato, la Capanna sull’Albergo nel ponente ligure e la Casa di Amelia, nel cuore della campagna toscana.

Qui il connubio vita nella natura e sostenibilità è straordinariamente riuscito e, tutti gli ospiti, ne sono rimasti piacevolmente colpiti. Vi sono pannelli solari, luci a basso consumo alimentate da energia elettrica derivante da fonti rinnovabili, stufe “brucia tutto” che scaldano anche l’acqua corrente.

21 aprile 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento