Novità dal fronte Andrea Rossi. Il discusso reattore nucleare a fusione fredda E-Cat, che monopolizza da più di un anno l’attenzione mediatica, dividendo la platea fra scettici e fans speranzosi, dovrebbe essere “validato” da una figura indipendente dalla Leonardo Corporation.

In pratica, Rossi avrebbe fatto sapere che presto renderà noti i dati dei test indipendenti di uno dei due clienti che avrebbero acquistato, come ricorderete, la versione da 1 MW termico. Mesi dopo l’acquisto, sarebbero finalmente pronte, quindi, le evidenze sperimentali del funzionamento dell’E-Cat.

Una grande notizia? Fino ad un certo punto. Restando, infatti, il segreto sul nome del cliente, di fatto questi risultati non dovrebbero poter vantare una credibilità maggiore della parola dello stesso Rossi. Ad ogni modo, ci sembra giusto aspettare che vengano pubblicati e solo allora esprimere commenti ed eventuali riserve.

Invece, una notizia curiosa arriva da Bruxelles e farà piacere ai vari “seguaci” di Rossi. Il blog statunitense E-Cat World si è infatti accorto di come lo scorso ottobre, proprio mentre l’ingegnere italiano si apprestava a fare uno dei suoi celebri e discussi test, un importante ente UE, la Direzione generale della Ricerca e dell’innovazione, stilava un documento sulle scoperte più interessanti per il futuro sul campo energetico. Tra esse, figuravano anche le LENR, intese come il risultato delle ricerche di Fleischmann e Pons. Nessun riferimento a Rossi, ma l’avvenimento non è stato certamente cronologicamente casuale.

4 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Jeheguilor, giovedì 19 luglio 2012 alle16:23 ha scritto: rispondi »

As Dante would have said: "It's all bullshit."

Giorgio Milano, venerdì 6 luglio 2012 alle17:15 ha scritto: rispondi »

Humm , non so , sciur Luca , fammi pensare …… Magari possibile truffa per finanziamenti non leciti a danno di privati ?????? Wanna Marchi , insegna ………………  

Pinocchio, venerdì 6 luglio 2012 alle14:52 ha scritto: rispondi »

 Piu che un magistrato ci vorrebbe la fata turchina fargli crescere il naso heheheh

Luca, venerdì 6 luglio 2012 alle14:31 ha scritto: rispondi »

 Magistrato? Per quale reato? Studio di scaldabagno non autorizzato? Siete più fuori di lui secondo me i soldi sno suoi o dei contribuenti privati e non vostri . Ma fatemi il piacere..... Hahahahahaha

Susan, venerdì 6 luglio 2012 alle11:35 ha scritto: rispondi »

Chiedo scusa al Sig. Grassodonio per averne involontariamente storpiato il nome e ringrazio Renato che ha centrato il senso del mio, forse non troppo chiaro, commento. Ormai la vicenda, sempre a mio parere, ha superato molto abbondantemente la soglia del ridicolo e continuare a far l'eco di tutte queste evidenti frottole (o depistaggi come preferiscono chiamarle i fan) solo per riempire spazi mi sembra solo dannoso, specialmente per chi si è avvicinato da poco alla storia e rimane impressionato dai titoli. Vero che poi nell'articolo si aggiusta il tiro ma il titolo spesso è tutto quello che coglie il lettore frettoloso. in ogni caso buon lavoro e buona giornata.

Lascia un commento