E-Cat, Rossi assicura: report indipendenti pronti ad aprile

Finalmente una data approssimativa è stata fornita e sulla storia dei test indipendenti sull’E-Cat dovremmo essere ai capitoli finali: Andrea Rossi ha di recente dichiarato nel suo blog che i test saranno finiti per le terza settimana di marzo. L’importanza di questi test è, sulla carta, notevole. Per chi non lo ricordasse, sarebbe la prima certificazione esterna al team della Leonardo Corporation delle prestazioni energetiche del reattore nucleare a fusione fredda inventato dall’ingegnere italiano.

>>Leggi la guida alla fusione fredda di Andrea Rossi

Il condizionale è d’obbligo: questi dati sono attesi da tempo e, soprattutto, non è nota chi sia la società incaricata di svolgere tali test e per conto di quali clienti. Mancando tali dettagli, è difficile togliere l’impressione di “montatura” dalla testa degli scettici. Con questo calendario, la pubblicazione dei dati dovrebbe avvenire per i primi di aprile. I più burloni inizieranno a temere che il piano di Rossi sia quello di organizzare un gigantesco “pesce”.

>>Leggi le preoccupazioni di Andrea Rossi per i report indipendenti previsti a febbraio

Infine, il sito statunitense E-Cat World ha immaginato quali potrebbero essere i motivi di tale ritardo nella fine dei test. Secondo loro le alternative sono due:

  • Il funzionamento è talmente minimale, energeticamente, che i tester stanno valutando se sia sufficientemente conveniente da giustificare un qualsiasi interesse;
  • I risultati sono talmente enormi che stanno cercando di escludere spiegazioni alternative alle LENR.

Affermazioni che però poco aggiungono al dibattito in corso, ma che segnalano la grande attesa che la comunità di seguaci di Rossi ha per l’evento che dovrebbe vedere la definitiva consacrazione, o disfatta, del suo E-Cat.

Fonti: E-Cat World

18 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Cim.Py, martedì 1 aprile 2014 alle2:17 ha scritto: rispondi »

MA tu guarda questo signor Dario: "Lei sa che la cella di Celani ha lavorato in auto sostentamento per più di due mesi ?" Scherza, vero? Lo sa che Celani ha abbandonato la sua cella dopo che era venuto fuori che il famoso calore in eccesso era dovuto ad una non tenta stagna della medesima? Lei sa che non c'è mai stato autosostentamento? E che Celani stesso, al termine delle prove del MFMP sulle sue celle ha inventato un'analisi differenziale per cercare di giustificare la mancanza di eccessi? Lo sa che adesso non gioca più con la costantana? E come mai se funzionava così bene? " Veramente era anche di più, ma non si è voluto fare del sensazionalismo" Lei è molto spiritoso, sa? "Il sistema di Celani è molto simile all'E Cat di Rossi" Si somigliano sì, in questo: nessuno dei due funziona come lo vendono.

Paolos, domenica 10 marzo 2013 alle9:52 ha scritto: rispondi »

Buongiorno sig. Giuseppe , vorrei precisare che l’oggetto in questione non è la teoria sulle Lenr , o  i vari personaggi più o meno credibili che ruotano intorno ad esso ……….. (nb. un’identità o le loro credenzialità non sono sinonimo di verità !)   ma se il Focardi come scienziato , avalla personaggi dubbi come il Rossi , allora si scredita da sé – Idem il test del sig. Celani , che non dissipa nessun dubbio sulla correttezza formale dell’esperimento ………. Esattamente come il test del Rossi prima di lui -.   In quanto al suo esempio sul fuoco , le vorrei ulteriormente far notare che “scientificamente” esso è stato testato , riprodotto ed utilizzato da CHIUNQUE , e ciò ne garantisce la sua veridicità ….. cosa che tuttora non si può certo dire delle applicazioni che riguardano le Lenr …… e a nulla serve dire che ci vuole tempo , poiché di tempo ne è passato parecchio , ma di prove certe ed inequivocabili neanche l’ombra –   Si è detto fino alla nausea , qui e altrove , che per una credibilità scientifica di base (!) senza tanti fronzoli o spiegazioni teoriche definitive , basterebbe avviare un test definitivo in cui da una scatola misteriosa e blindata finché si vuole:   si da tot energia d’ingresso , si riceve tot energia d’uscita x tot periodo di tempo ( 6 mesi ? …. Mi pare) e stop !!! Fine delle storie e delle fuffe ………   Ma sembra che questo semplice discorso non venga per nulla recepito – A lei le conclusioni !!!!  

giuseppe, venerdì 8 marzo 2013 alle13:15 ha scritto: rispondi »

@5602a7380f72c33a97dff5844d8ace56:disqus  é apprezzabile lo scetticismo,ma se non si crede a un rossi non si può certo screditare  un Piantelli,un Focardi,Celani,Iorio,Cirillo,Arata,Mizuno,Fleishman,Ponz,e chi piu ne ha piu ne metta,esempio: quando l'uomo scopri il fuoco non si chiese come scientificamente fosse spiegabile,ma ne usufruì e basta, se oggi abbiamo scoperto la fusione fredda l'unica cosa che dobbiamo pensare è il come integrarla nella vita quotidiana ,il resto si vedrà,la non commercializzazione dell'apparecchio deriva forse dal fatto che sempre di natura nucleare si tratti e quindi paura per le radiazioni (ricorda che abbiamo votato no al nucleare) 

PaoloS, mercoledì 27 febbraio 2013 alle19:02 ha scritto: rispondi »

Sig. Dario lei è una pessima persona !... Dove non riesce ad argomentare , allora devia i discorsi con cattiveria d’animo di bassa lega !!! Lei aspetti pure ; noi persone logiche aspettiamo voi che aspettate -   Ps. Sul congiuntivo ha ragione , sul resto no! Firmato : lavoratore pienamente occupato , e a tempo libero , logicamente e non sofisticamente pensante , al contrario di lei !

dario antelao, mercoledì 27 febbraio 2013 alle8:25 ha scritto: rispondi »

Per PaoloS, hai tempo da perdere in filosofie ed argomentazioni inutili, sei disoccupato? Io fortunatamente no. Ti rispondo per l'ultima volta alla Rossi : Aspetta e vedrai.

Lascia un commento