E-Cat: nuovo test sulla fusione fredda il 28 ottobre

Il lavoro di Andrea Rossi sembra procedere a gonfie vele: dopo il test del 6, ne sarà previsto un altro il 28 ottobre. Ad essere presenti, oltre ai giornalisti invitati, anche un potenziale compratore e questa volta, se capiamo bene, ad essere attivata sarà l’intera centrale da 1 MW.

Sì, perché per l’ingegnere è finito il tempo dei test ed è iniziato quello della vendita:

Adesso basta coi test, si va sul mercato e i clienti parleranno per noi.

Peccato che Andrea Rossi sia stato preso troppo in parola da un sito “pirata”. Infatti, negli USA dei buontemponi/truffatori hanno messo online una pagina che promette già la vendita dell’E-Cat. Un po’ in anticipo con i tempi, tanto che Rossi si è affrettato a comunicare che quel sito non è attendibile e verrà fatto chiudere quanto prima.

Evidentemente l’attenzione mediatica sull’argomento è talmente alta che qualcuno non ha resistito alla tentazione di giocare un brutto scherzo.

Nei giorni passati, comunque, era circolata la notizia che Andrea Rossi fosse in cerca di collaboratori per realizzare la “scatola” definitiva dell’E-Cat: un contenitore di alluminio che sia anche gradevole alla vista e adatto alla commercializzazione di massa. Che la fusione fredda stia davvero per arrivare a casa nostra?

12 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giovanni, venerdì 14 ottobre 2011 alle9:38 ha scritto: rispondi »

Attenzione mediatica? i quotidiani non ne parlano, la televisione neppure, fra le persone che incontro è molto raro che qualcuno sappia cosa sia l'E-Cat e abbia sentito parlare di Rossi. C'è una strategia dietro tutto questo? 

Lascia un commento