E-Cat: la ricarica durerà più di 6 mesi

Andrea Rossi è stato prodigo di novità in questi giorni dal suo blog. Nonostante avesse fatto capire di non voler rilasciare interviste, sarebbero troppi gli impegni in questo momento, continua a dialogare con la comunità tramite il proprio media preferito, da cui confessa di prendere spunto per nuove idee e nuovi stimoli.

Le rivelazioni, che riguardano ovviamente l’E-Cat, vertono precisamente sulle ricariche del reattore a fusione fredda. In molti si sono chiesti come mai una ricarica duri solo 6 mesi se il livello di trasformazione della materia è molto basso. Altri competitor, come Brillouin, dichiarano in questo senso durate più lunghe.

La risposta di Andrea Rossi è stata coerente con l’atteggiamento tenuto fin’ora. L’ingegnere ha spiegato che lui e il suo staff preferiscono tenere un atteggiamento prudente (letteralmente “conservative”) nei confronti delle potenzialità del reattore LENR. Già oggi una ricarica dopo 9 mesi di utilizzo è ancora perfettamente utilizzabile, così come il COP può essere portato oltre soglia 11, ma viene volontariamente limitato del 30% rispetto alle sue possibilità.

Sulla base di una certa mancanza di informazioni e di ricerche ancora in corso la suddetta prudenza ha, infatti, suggerito a Rossi e ai suoi di non portare a esasperazione il macchinario, così come non lasciare per più di 6 mesi la stessa ricarica. Questo nonostante dopo tale lasso di tempo non si registri alcun calo prestazionale del reattore.

In molti si sono poi chiesti: ma il contenitore con la ricarica vecchia che fine farà? Rossi ha chiarito che provvederanno a un riciclaggio del materiale, certamente una buona notizia dal punto di vista ecologico.

Fonti:EcatReport

21 novembre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Otteredbg, martedì 11 dicembre 2012 alle5:49 ha scritto: rispondi »

 Nessuno pensava e credeva ad Alfoso,… Adesso esiste il portale interdimensionale Il portale che sotto propongo “ funziona al 100% Progetto del 1997. Mai brevettato per ovvie ragioni da me. l'ho creato in cantina con un vecchio nokia 3230, 2 neon 4 lattine di cocacola e 6 sputi in punti ben precisi." PS: Se non ci riuscite anche Voi a realizzarlo dopo tutte le notizie che ho fornito siete un po asinetti ed è meglio se tornate a studiare l uso dello sputo con nokia 3230. Progetto del 1999 e sempre Mai brevettato per ovvie ragioni da me. ormai sei la barzeletta

Alfonso Aureli, giovedì 22 novembre 2012 alle6:55 ha scritto: rispondi »

il generatore perpetuo da 6 Kw, dopo l'avvio può durare 20/30 anni senza manutenzione ed oltre tutto senza pericolo di esplosione. " ripeto": Nessuno pensava e credeva alla Clonazione,… Adesso esiste il moto perpetuo.                                               Il generatore che sotto propongo “ funziona al 100% con costi zero di consumo d’energia elettrica e può durare oltre i 20/30 anni senza obbligo di manutenzione” .   Si può realizzare un GENERATORE di CORRENTE da 6 Kw ed oltre, che fa risparmiare il 99,99 %, d’energia elettrica, lo 0.01% serve per l’avvio. “praticamente non consuma nulla”. Progetto del 1997. Mai brevettato per ovvie ragioni dal Signor Alfonso Aureli “. Lo stesso principio si può adattare alle autovetture elettriche, ottenendo + velocità e consumi illimitati a costo zero. Saluti Aureli. È una valida soluzione contro il nucleare; pannelli Solari e Voltaico.    PS: Se non ci riuscite anche Voi a realizzarlo dopo tutte le notizie che ho fornito, sono disposto a realizzarlo in tempi brevissimi, previo accordo di pagamento che verserete solo dopo che avrete constatato il funzionamento. Saluti Aureli  

RenatoG, giovedì 22 novembre 2012 alle1:41 ha scritto: rispondi »

RenatoG ma non hai una caxxo da fare?

RenatoG, mercoledì 21 novembre 2012 alle16:06 ha scritto: rispondi »

Sempre e solo pubblicità gratuita ….. Sembrano le cronache di Topolinia , storie , belle , articolate , piene di dettagli … però il problema è uno solo Topolinia come l’e-cat  è un mondo di fantasia  visto che ancora non ha dimostrato la sua esistenza neanche per 6 giorni … E adesso attendiamo aureli  , che temo sia un robot  : )))  

Lascia un commento