E-Cat: il test del 28 ottobre ha uno sponsor segreto

La metafora della “telenovela” a confronto con l’odissea E-Cat non regge più: ormai siamo di fronte ad una vera e propria fiction d’avventura e mistero. Fra spie, segreti inconfessabili, “serpenti” insidiosi (è il noto nomignolo dato da Andrea Rossi ai giornalisti “prezzolati” che lo contrastano) ed ora anche veri e propri Mister X.

Perché, bando all’ironia, è appena emerso un colpo di scena davvero niente male: l’impianto da 1 MW costruito in quel di Bologna sarebbe proprietà di un impresario statunitense deciso a celare la propria identità. Insomma, Rossi avrebbe trovato uno sponsor e quest’ultimo avrebbe già messo mano al portafoglio.

A chi ha chiesto all’ingegnere italiano di seguire questa o quella procedura per il prossimo test del 28 ottobre, la serafica risposta è stata: sarà il proprietario dell’impianto a decidere le regole del test.

Ma chi è Mister X? Qualcuno aveva suggerito che dietro la cortina di mistero si celasse l’azienda Kleiner Perkins Caufield & Byers. Purtroppo, con un tempismo fin troppo celere per una fiction, sono arrivate le smentite dei diretti interessati.

L’altra domanda che circola in rete non poteva che essere: questo magnate americano sarà più benevolo con la stampa e lascerà trapelare qualcosa di più sul misterioso E-Cat ed il processo di fusione fredda che esso permetterebbe?

Fra i commenti al post su E-Cat World, che lancia la notizia, qualcuno arriva poi a puntare l’attenzione sulla coincidenza fra la fine del mondo secondo il calendario Maya (che secondo alcuni calcoli sarebbe proprio per il 28 ottobre) ed il test bolognese: insomma, l’arrivo dell’E-Cat sarebbe l’inizio di una nuova era dell’umanità, in termini religioso-escatologici un nuovo “eone”. Un finale degno, però, più di un anime giapponese che non di una fiction europea o statunitense.

Metafore e ironia a parte, ci auguriamo che il test del 28 ottobre riesca a fugare tutti i dubbi rimasti. Se l’E-Cat fosse davvero ciò che Rossi promette, forse non produrrà l’apocalisse, ma sarà capace di incidere veramente sulla nostra vita quotidiana ed a ridurre l’impatto antropico sulla terra.

13 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Cosimo, venerdì 14 ottobre 2011 alle7:23 ha scritto: rispondi »

ricordati che Rossi fu sottoposto a 57 procedimenti... risultato dopo 17 anni? Assolto. Quindi ti consiglio di documentarti un pò di più prima di mettere in rete le tue liberissime opinioni

Ossomino, giovedì 13 ottobre 2011 alle19:39 ha scritto: rispondi »

E si' e' propri cosi'.Petrolieri avete le ore contate!!

Mgiomax1960, giovedì 13 ottobre 2011 alle17:07 ha scritto: rispondi »

Certo partire subito così a spada tratta su di una cosa così rivoluzionaria non e molto costruttivo

Enrico, giovedì 13 ottobre 2011 alle15:29 ha scritto: rispondi »

Andrea Rossi e Sergio Focardi (Universita' di Bologna) partiranno con il loro sistema, Piantelli (Universita' di Siena) partira' con il suo... indipendentemente da chi arrivera' prima, sara' una grande rivoluzione

Kendorage2003, giovedì 13 ottobre 2011 alle14:09 ha scritto: rispondi »

preparati a vivere la seconda truffa più grossa dai tempi del refluopetrolio

Lascia un commento