Che cosa direste se vi raccontassimo di un duo statunitense che dichiara di avere in mano l’invenzione che rivoluzionerà il sistema energetico globale? Di più, che cosa pensereste se questa invenzione fosse uno scaldabagno LENR, in grado di generare calore grazie ad una fusione nucleare fredda controllata di atomi di idrogeno?

Avete una sensazione di dejavu? Normale: quello su cui Robert Godes e Robert George dichiarano di stare lavorando assomiglia in maniera quasi incredibile all’E-Cat dell’ing. Rossi.

Del duo, il sedicente geniale inventore sarebbe Godes: ingegnere elettrico dal 1992 interessato alla fusione fredda ed al lavoro di Pons e Fleischman. George sarebbe, invece, una sorta di manager che starebbe mettendo su l’affare, contrattando con altre aziende, ragionando su alleanze e cercando fondi.

L’obiettivo? Creare dei “boiler” sfruttabili anche da centrali di energia elettrica: insomma, aprire l’era energetica della fusione fredda, con elettricità a basso costo e basso impatto ambientale.

Dato che questo reattore non sembra granché differente dall’E-Cat, se volete farvi un’idea delle potenzialità teoriche dell’invenzione, potete leggere uno qualsiasi dei nostri articoli sull’invenzione di Andrea Rossi. Ovviamente non possiamo esporci su quale sia la credibilità di questi nuovi competitor.

La gara per la fusione fredda, nonostante si tratti di una tecnologia il cui funzionamento è tutto da dimostrare, vede già una lista di concorrenti notevole. In pole, comunque, resta la Leonardo Corporation di Rossi, seguita a ruota dalla Defkalion. La Brillouin Energy Corporation di Godes e George per il momento ci sembra distaccata. Ma solo il futuro potrà dare dei responsi certi.

L’unica certezza è che l’invenzione di Godes, nonostante le chiare somiglianze, opera su una reazione leggermente diversa da quella di Andrea Rossi. Come si visualizzerà dall’immagine, le reazioni LENR interesserebbero soltanto atomi di idrogeno, con la produzione finale di elio e calore.

6 aprile 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
RenatoG, venerdì 6 aprile 2012 alle14:26 ha scritto: rispondi »

Titolo= Figli e figliastri …. E con questo si moltiplicano le persone che probabilmente hanno annusato l’aria di presumibili guadagni illeciti …  Di certo e per chissà quanto tempo ancora, assisteremo a queste tralaltro gustose “chiacchiere” … La falsificazione della verità sta tutta in questo rituale di dichiarazioni “trionfanti” , che invece di dare qualcosa di inizialmente concreto , sono basate invece su un particolare , ma guarda un po’ , abbastanza curioso : la ricerca dei fondi !!... A lavorare !!! Prima le prove provate e poi i sorrrrdi!!!.... Altro che….

Lascia un commento