Andrea Rossi ha rilasciato un’interessantissima intervista a una testata indipendente statunitense. Intervistato da Sterling Allan di PESN e dai tipi di E-CatWorld, ha raccontato alcuni dettagli della recente spedizione.

>>Leggi dei reattori a fusione fredda spediti da Rossi negli USA

L’ingegnere, inventore dell’E-Cat, il più celebre e più contestato reattore a fusione fredda, nonostante una linea un po’ ballerina e un inglese dall’accento pesantemente italiano, ha chiarito che il modello base inviato sia la versione sviluppata e aggiornata di quello visto in azione nei test di ottobre 2011. In questi anni molti problemi accessori, dalla distribuzione del calore all’idraulica, sarebbero stati risolti brillantemente.

>>Guarda le foto degli E-Cat di Andrea Rossi

Il partner/cliente statunitense, allora, si dovrebbe trovare fra le mani una tecnologia piuttosto matura.

Ovviamente Andrea Rossi ha mantenuto il riserbo sul nome di partner e sulla località esatta dove i tre reattori sono stati inviati. Ha però confessato di non conoscere i dettagli sull’uso che di tali reattori, soprattutto dell’E-Cat termico classico, quello più pronto, verrà fatto. Confessiamo che tale dettaglio ci appare quantomeno strano. Rossi ha anche aperto al fatto che alcune informazioni sul cliente potrebbero circolare a breve. Staremo a vedere.

Per maggiori approfondimenti vi lasciamo direttamente al video. Nessuna novità sconvolgente viene rilevata, ma risulta comunque preziosa, per lo meno per capire meglio il personaggio Rossi.

9 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
santo carbone, martedì 14 maggio 2013 alle21:12 ha scritto: rispondi »

vorrei sapere se è possibile usare tale tecnologia anche per uso domestico. e sapere il costo per avere l'equivalente di 4kw. Grazie.

Lascia un commento