Sembra essere arrivato il momento del debutto per l’eco-aereo. Il Dreamliner (ribattezzato B787) verrà consegnato oggi in Giappone alla compagnia di volo nazionale, la All Nippon Airwayas, che ne ha richiesti a Boeing, l’azienda produttrice, almeno 55 esemplari.

Il rivoluzionario B787, capienza compresa tra i 210 e i 290 a seconda del modello, promette di regalare ai passeggeri esperienze di volo più comode e confortevoli, mentre alle compagnie aeree costi ridotti cominciando da un -20% sul carburante. Quest’ultima riduzione consentirà inoltre di abbattere anche le emissioni di gas nocivi per l’atmosfera.

Risultati ottenuti principalmente attraverso due aspetti in particolare: la fusoliera e i motori. La prima rappresenta una vera e propria rivoluzione, essendo composta per il 50% di fibra di carbonio, il 20% di alluminio, il 15% di titanio e il 10% di acciaio. I secondi saranno a elevato rendimento, prodotti con tecnologia avanzata da Rolls Royce e General Electric.

Fra i 50 fornitori coinvolti nella realizzazione del velivolo anche Alenia Areonautica, con stabilimenti a Grottaglie e Foggia, che ha realizzato il 26% dell’intera struttura tra parte della fusoliera e stabilizzatore. Già si preanunciano grandi numeri per il B787 Dreamliner, che dovrebbe consentire di effettuare anche lunghe tratte senza necessità di scalo per rifornimento: i clienti già pronti all’acquisto sono circa 56, per un totale di aerei venduti che viaggia verso i 3.500.

26 settembre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento