L’obiettivo è quello di salvaguardare e tutelare le tante colonie feline che popolano i quartieri di Milano, per questo il Comune ha deciso di prevedere l’istallazione di dossi stradali in zone specifiche. Un accorgimento importante utile a rallentare le automobili nei pressi di spazi abitati dai gatti randagi. La proposta rientra nella bozza del nuovo regolamento per la tutela degli animali che Palazzo Marino, sede del comune meneghino, ha ora sottoposto al giudizio dei nove consigli di Zona. Il testo, molto articolato, prende seriamente in considerazione il benessere degli animali di proprietà, ma anche i trovatelli che vivono per strada.

Per questo l’accortezza di creare dossi di rallentamento è stata accolta molto positivamente agli animalisti, in particolare dalle gattare che si occupano fisicamente di nutrire e curare i randagi delle colonie. I tutor di comunità felina, come li ha ribattezzati il Comune di Milano, aiuteranno l’amministrazione a individuare le zone abitate da colonie per la realizzazione dei dissuasori stradali. Secondo le stime fornite dall’Asl sarebbero 800 le colonie cittadine, per un numero complessivo di 18.000 gatti liberi. Le principali tutrici del loro benessere sono le gattare, in particolare donne e volontarie che si dedicano spontaneamente al loro nutrimento.

Giacomo Ferrara, operatore dell’associazione Tutor Animali che coopera con il Comune per sterilizzare i gatti di strada, ha tracciato una mappa delle zone più a rischio. Mentre un numero sempre più crescente di gattare collabora con volontari e volontarie per sfamare, curare e vaccinare i randagi, nel 2013 il Comune ha investito 25.000 euro per aiutare i tutor nel sostentamento alimentare delle colonie feline. Prossimamente i mici randagi potranno ricevere visite gratuite, presso la clinica veterinaria di 200 metri quadrati che il Comune aprirà in via Senigallia 60. Per quanto riguarda i dossi stradali Chiara Bisconti, assessore comunale al Benessere, ha così commentato:

Ogni volta che si dovranno fare lavori stradali, si valuterà la presenza di colonie feline nell’area e nel caso questa sia consistente, si provvederà a installare dossi rallentatori. Così ridurremo i rischi per gli animali e per i conducenti di biciclette e mezzi a motore, che potrebbero essere sorpresi dall’attraversamento di gatti liberi.

16 settembre 2014
Fonte:
I vostri commenti
loredana, mercoledì 29 ottobre 2014 alle14:42 ha scritto: rispondi »

vorrei tanto sperare che nasca un qualcosa di buono x animali ma sara vero oppure vedremo pisapia crescere il naso come pinocchio . non gli e nei mai fragato niente io non ho fiducia in lui e non mi piace

alessandra spadafora, sabato 20 settembre 2014 alle15:57 ha scritto: rispondi »

Il mio gatto é stato investito da una macchina in Calabria, quindi spero che in ogni cittá dove sono presenti colonie feline vengano messi dei dossi per evitare questi incidenti.

Milvia Angela Codazzi, martedì 16 settembre 2014 alle9:43 ha scritto: rispondi »

Speriamo che li facciano veramente.

Lascia un commento