Dormire poco per 5 giorni causa danni al cervello

Dormire poco nel corso di 5 giorni potrebbe determinare un danno che interesserebbe le fibre nervose del cervello. Lo ha rivelato una ricerca condotta su animali da laboratorio svolta da due esperti italiani: Chiara Cirelli della University of Wisconsin-Madison e Michele Bellesi dell’Università Politecnica delle Marche.

In base ai dati emersi dallo studio, è risultato evidente che dopo 5 giorni di carenza di sonno si ha un assottigliamento dello strato protettivo che isola i nervi cerebrali. Per 4 giorni e mezzo i ricercatori hanno fatto in modo di tenere svegli dei topi, arrivando ad una riduzione del sonno pari a circa il 70%.

=> Leggi perché i social network sono nemici del dormire bene

Gli effetti sul cervello degli animali si sono subito riscontrati. Nello specifico si è assistito ad una riduzione dello spessore della mielina, la guaina che riveste le fibre nervose cerebrali e che svolge un ruolo determinante nel mantenere intatta la salute del cervello.

I ricercatori hanno spiegato che gli stessi danni cerebrali potrebbero verificarsi anche con una mancanza di sonno meno intensa, ma che duri di più nel corso del tempo. Per esempio anche dormendo 5 ore per notte nel corso di diverse settimane comporterebbe dei danni significativi.

=> Scopri 6 cose da fare per dormire in caso di insonnia

La ricerca conferma il ruolo essenziale svolto dal dormire con regolarità e del riposo stabile e duraturo. Ancora gli esperti non sanno spiegare se la riduzione della mielina rimanga a lungo nel tempo, ma è chiaro che queste conseguenze non sono da considerarsi affatto salutari.

Resta da chiarire se gli stessi effetti potrebbero essere riscontrati nell’uomo, ma se così fosse nel futuro si aprirebbero ottime prospettive per dimostrare l’importanza del dormire.

20 febbraio 2018
Immagini:
I vostri commenti
Laura, mercoledì 21 febbraio 2018 alle11:04 ha scritto: rispondi »

Complimenti a chi sperimenta sugli animali, ma quanta cattiveria ci vuole?

Lascia un commento