A causa dell’arrivo dell’estate, molti canili si riempiono a dismisura, gli abbandoni si moltiplicano e gli esemplari finisco in un box dietro le sbarre. Un esempio di come potrebbe essere vivere in carcere, esperienza che molti animali sono costretti a provare nonostante non abbiano commesso reati. La problematica investe sia il territorio nazionale che quello straniero: in USA, in particolare, molti canili praticano la soppressione a tempo. Se gli animali non ricevono richieste, oppure se non vengono spostati in altri rifugi più clementi, il loro è un destino segnato. È in queste strutture che il lavoro dei volontari si fa più intenso e massiccio. In molti offrono la loro forza e il loro tempo per far conoscere le storie di questi cani, altri per portarli a spasso e farli sgambare. Ma c’è anche chi dedica loro una presenza di qualità, magari leggendogli una storia per rasserenare il loro umore e farli sentire meno soli.

È ciò che è accaduto presso il Western Pennsylvania Humane Society in Pennsylvania, dove i cani ospitati possono contare ancora su gesti compassionevoli e più tempo per trovare una casa. Una foto scattata all’interno della struttura è apparsa su Reddit e ha fatto il giro del web. Una donna, una delle tante volontarie, è stata immortalata mentre legge una storia a un cane dentro un box. Forse impossibilitata ad accompagnare i quadrupedi durante la passeggiata ha deciso di impiegare il tempo in modo diverso, leggendogli un libro per fargli compagnia e rasserenare il loro animo. Un gesto piccolo ma sentito che mostra quanto basti poco per fare del volontariato.

Il rifugio da sempre opera per sensibilizzare la comunità nei confronti del rispetto verso gli animali, ma anche per stimolare e incentivare le adozioni. Un modo chiaro per prevenire crudeltà e sofferenza. Grazie alla foto divenuta virale, ha lanciato un appello nei confronti di chi voglia donare un po’ di amore a questi animali, per aumentare così il numero dei volontari. Risorsa importante per il benessere degli ospiti del canile, sempre bisognosi di cure, affetto e presenza.

6 agosto 2015
Fonte:
I vostri commenti
Antonino, martedì 11 agosto 2015 alle8:25 ha scritto: rispondi »

La sensibilità delle persone si nota in piccoli gesti. Questa donna merita tutto il mio apprezzamento per il suo modo di faare volontariato. Forse nessuno ci ha mai pensato ma da adesso in poi potremmo intraprendere pure noi questo modo di alleviare la sofferenza di tanti cagnolini sfortunati.

Milvia Angela Codazzi, giovedì 6 agosto 2015 alle10:30 ha scritto: rispondi »

Bellisisma questa iniziativa.

Lascia un commento