Donna britannica cura un tumore al seno con una dieta a base di erbe e verdure crude. La notizia arriva da Dagenham, Essex, dove Kelly Logan vive insieme ai suoi due figli. La giovane mamma (34 anni) ha scoperto da poco tempo un nodulo al seno, per il cui trattamento ha rifiutato la chirurgia e i percorsi chemioterapici.

Rifiutare i trattamenti previsti per la cura del suo tumore al seno e puntare su una salutare dieta composta al 90% di verdure crude. Una scelta che è valsa numerose critiche alla stessa Logan, come lei stessa ha dichiarato:

Non voglio perdere il mio seno ed essere saturata di chemioterapia.

La gente mi ha definita egoista perché sto rifiutando tutti i trattamenti forniti dalla NHS, ma semmai è proprio accettare il trattamento che sarebbe egoista. Non sarei in grado di fare nulla per il mio figlio maggiore, Logan, di 14 anni, e il più giovane, Blaze, che è di appena 4, se fossi malata e mi sentissi stanca tutto il tempo.

Il nuovo regime alimentare sembrerebbe soddisfare Kelly, che afferma come:

Grazie alla mia nuova alimentazione e al regime di esercizio fisico mi sento più in salute che mai.

Ricevere la diagnosi di tumore al seno a così giovane età è devastante, ma ero pietrificata più di fronte all’idea di sottopormi alla chemioterapia che riguardo il tumore. Ho sentito pareri contrastanti dai medici riguardo i trattamenti chemioterapici.

La scelta di Kelly è stata infine quella di documentarsi in merito a possibili terapie naturali alternative, fino a identificare nell’attuale dieta la possibili risposta ai suoi problemi:

Ho deciso di cercare dei trattamenti alternativi online e così ho trovato informazioni riguardanti differenti rimedi a base di erbe che possono rivelarsi d’aiuto per il corpo. Non mangio più carne o pesce e la mia dieta è composta per il 90% di verdure crude, in questo modo consumo grandi quantità di verdure e succhi di frutta.

So che non tutti potranno essere d’accordo con la mia scelta di curarmi da sola, ma ci sono molte persone che lo fanno ed è sorprendente quanto supporto sto ricevendo da completi sconosciuti. Spero che la mia storia dia ad altri la forza di prendere la decisione di curare il proprio tumore con il metodo che ritengono più opportuno rispetto a quello che i medici indicano come migliore.

Riguardo alla decisione di Kelly Logan di procedere con tali cure è intervenuta anche Sue Green, del Macmillan Cancer Support, che ha affermato come:

Utilizzare rimedi erboristici al posto del tradizionale trattamento per il cancro è considerata una forma alternativa di terapia.

Le terapie alternative sono utilizzate al posto di trattamenti anti-tumorali convenzionali. Sono differenti rispetto alle terapie complementari.

Nessuna terapia alternativa è stata verificata come curativa del cancro o in grado di rallentarne la crescita e il Macmillan Cancer Support non sostiene il loro utilizzo. Chiunque ne consideri il ricorso o lo stiamo già facendo è importante che lo comunichi quanto prima al proprio medico.

26 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento