È una triste vicenda quella coinvolge una donna non vedente di Londra, accompagnata dal suo cane guida. Mentre si trovava in un supermercato per comprare alcuni ortaggi, è stata allontanata del negozio data la presenza del compagno a quattro zampe. Sui social network, come lecito attendersi, è già montata la protesta.

Il tutto accade in un esercizio della catena Tesco, popolare supermercato inglese. Maya Makri, una trentanovenne non vedente, è stata bloccata dallo staff dell’esercizio poiché seguita dal cane guida Jemma. Nonostante le dovute spiegazioni sull’inevitabile presenza del quadrupede, i gestori del negozio pare non abbiano voluto sentire ragioni, accompagnando la coppia all’uscio.

Stupita e delusa dall’incidente, la proprietaria del cane ha chiesto quali fossero le motivazioni di un simile divieto. Senza troppo scomporsi, gli addetti avrebbero rimarcato come nei supermercati viga il divieto di ingresso agli animali domestici, senza nessuna eccezione. Poco importa, di conseguenza, se Jenna non sia un semplice amico a quattro zampe, bensì una risorsa indispensabile e insostituibile per la sua proprietaria non vedente. Così ha spiegato la donna al Mirror:

Ho spiegato come Jenna sia un cane guida e come fosse registrato, ma altri due cassieri sono intervenuti urlando. Tutti in coda hanno concordato “ha il permesso di tenere il cane”, ma il personale è stato completamente inflessibile sul divieto agli animali domestici nel negozio.

E l’indignazione è proseguita su Twitter, dove la vittima di questo atto di intolleranza ha dichiarato:

Ovunque vada mi imbatto nel divieto d’accesso al mio cane guida, da quando mi sono trasferita a Londra. Per chiarire incolpo Tesco, una multinazionale miliardaria, per non aver previsto un apposito training, non lo staff con stipendio minimo.

Contattata dalle testate del Regno Unito per un commento sulla vicenda, la società ha affidato la propria risposta a un portavoce:

Questo non sarebbe dovuto chiaramente succedere e contatteremo la signora Makri direttamente per scusarsi. Permettiamo l’ingresso dei cani guida e abbiamo informato tutti i colleghi. Offriamo inoltre aiuto per lo shopping ai clienti con cani guida, qualora richiedessero la nostra assistenza.

17 ottobre 2014
Fonte:
I vostri commenti
Giuseppe, sabato 18 ottobre 2014 alle22:47 ha scritto: rispondi »

A quale categoria di bestie appartengono i gestori di quel negozio?

Lascia un commento