Il destino di Maja Kazazic è stato segnato dalle bombe in Bosnia, quando ancora sedicenne ha perso una gamba. Un ordigno esploso tra lei e suoi amici ha fatto morire questi ultimi, ma ha procurato ferite gravi e infezioni al suo arto, costringendo i medici all’amputazione finale. La donna non si è persa d’animo e, grazie al supporto di un arto artificiale, ha ripreso la sua vita.

Durante una visita a Chris Toelle, presso l’Hanger Prosthetics and Orthotics, si è imbattuta nella storia della cagnolona Rosie. La quadrupede, un alano dal manto beige, quando era piccola fu calpestata accidentalmente dalla madre. Questo movimento brusco ha favorito la rottura della zampina portandola all’infezione. I veterinari, impossibilitati a curarla, hanno dovuto risolvere per l’amputazione della stessa.

=> Scopri l’Alano Tedesco


L’uomo stava preparando una protesi proprio per Rosie, sponsorizzando la necessità di cercale una casa. La donna, che ora vive in Florida, colpita dalla vicenda ha così deciso di incontrare la quadrupede per adottarla. Un gesto improvviso, che ha creato un po’ di dubbi in Maja, ma è bastato conoscere Rosie e permetterle di appoggiare il suo muso sulle gambe per innamorarsi di lei. Maja e Rosie ora vivono insieme e la donna, un’oratrice motivazionale, può contare sul supporto e la presenza della cagnolina durante gli eventi.

=> Scopri il cane che sorregge la proprietaria


Maja, nonostante abbia perso la gamba, si è sempre dichiarata felice di aver superato quel momento così difficile, di essere sopravvissuta. Ma con il tempo la sofferenza di aver perso gli amici è emersa repentina, aggravata dai tanti interventi a cui si è sottoposta per quindici lunghi anni. Ora, a distanza di tempo, può finalmente camminare senza provare dolore grazie al supporto di un arto tecnico, di una protesi moderna che bilancia il suo movimento. La sua vita ha seguito un percorso nuovo, dove Rosie è parta attiva di questo cammino. La sua presenza la rasserena e riempie di gioia, ed è un valido supporto durante il suo lavoro.

22 maggio 2017
Fonte:
Lascia un commento