Dolcificanti artificiali: consumo può ridurre possibilità concepimento

Dolcificanti artificiali e bibite dietetiche potrebbero essere nemici delle donne che vogliono diventare mamme. A sostenerlo uno studio brasiliano del Fertility Medical Group, secondo il quale i sostituti dello zucchero ridurrebbero le possibilità di concepimento e favorirebbero la produzione di ovuli che presentano almeno una deformità. Lo studio è stato presentato durante il congresso annuale dell’American Society of Reproductive Medicine a Salt Lake City, negli USA.

=> Leggi i danni dell’alcol sulle possibilità di concepimento

Durante lo studio sono state coinvolte 524 donne che si sono rivolte presso la struttura per sottoporsi a un trattamento di fecondazione assistita. Ciascuna ha fornito dettagli riguardanti le proprie abitudini alimentari e riferito in merito ai consumi di bevande dietetiche e caffè, specificando inoltre se addolcito mediante l’impiego di zucchero o di dolcificanti artificiali.

=> Scopri gli effetti dell’inquinamento sulla fertilità femminile

Nell’arco di due anni sono stati prelevati 5.548 ovuli dalle volontarie, valutandone eventuali difetti o deformità. Sono stati inoltre analizzati a distanza di 2 e 3 giorni dall’unione con lo sperma per valutare la presenza o meno di anomalie nel concepimento.

I risultati hanno mostrato come sia le bevande dietetiche che quelle a cui sono stati aggiunti dolcificanti artificiali favoriscano il manifestarsi di deformità negli ovuli. Gli stessi embrioni sembrerebbero mostrare difetti e ridurrrebbero le possibilità di successo per l’impianto nell’utero. Come ha dichiarato in conclusione Gabriela Halpern del Fertility Medical Group:

La popolazione generale crede che i dolcificanti artificiali siano più salutari dello zucchero e non è consapevole dei pericoli nascosti dietro la promessa di una riduzione delle calorie di cibo e bevande.

19 ottobre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento