Dolci di San Valentino: 3 ricette vegan

San Valentino è la festa degli innamorati che, desiderosi di dimostrarsi il loro amore, ricorrono a piccoli doni o creazioni personali da consegnare al partner. Si tratti di un prodotto acquistato o realizzato personalmente, l’effetto sorpresa è sempre assicurato. Ma se si ama cucinare e si desidera stupire il partner con un dono davvero unico, basta affidarsi alla realizzazione di qualche dolcetto, magari del tutto cruelty free e vegan. Un’idea davvero unica per testare le abilità culinarie, proponendo al contempo una pietanza sana, benefica ma non priva di golosità e gusto.

Torta di carote

Torta di carote

Nutriente, soffice e gustosa, una torta alle carote è un’idea del tutto originale per San Valentino, ottima da servire per la colazione della festa e rigorosamente da consumare a letto. Basta procurare pochi ma semplici ingredienti:

  • 250 grammi di carote;
  • 150 grammi di farina integrale oppure tipo 0;
  • 50 grammi di farina di riso o d’avena;
  • 200 grammi di mandorle pelate e tritate;
  • 80 grammi di zucchero di canna integrale;
  • 75 ml di olio di mais o di girasole;
  • due arance;
  • latte di soia;
  • 1 bustina di lievito per dolci o mezza di cremor tartaro, bicarbonato di sodio;
  • cioccolato fondente in scaglie o gocce.

=> Scopri il menù vegan per San Valentino


Unite le mandorle tritate in una ciotola con lo zucchero e le farine, quindi la scorza grattugiata delle due arance. Il cremor tartaro sostituisce il quantitativo di lievito: se la bustina misura 7 grammi, si andranno a mixare 3.5 grammi di cremor tartaro e 3.5 grammi di bicarbonato di sodio. Aggiungeteli nella ciotola insieme a un succo di 300 ml ottenuto dall’estratto di due arance e qualche carota, completate grattugiando le carote avanzate e versate tutto nel contenitore, amalgamando con l’aggiunta dell’olio.

Se l’impasto risulta troppo asciutto allungate a piacere con qualche cucchiaio di latte di soia, completate con scaglie di cioccolato fondente o gocce di cioccolato. Se amate i gusti forti, unite anche una spolverata abbondante di cannella o di zenzero fresco grattugiato. A parte preparate la tortiera, magari a forma di cuore, ungendola con olio e poca farina. quindi versate il composto morbido. Lasciate cuocere per quaranta minuti circa a 180°, testando la cottura con uno steccone da spiedo. Lasciate raffreddare, eliminate dallo stampo e servite con una spolverata di zucchero a velo a piacere e del gelato vegan.

Gelato

Gelato

Un buon gelato vegan è un’idea gustosa e rapida da preparare, per un momento romantico all’insegna della dolcezza. Si può realizzare senza gelatiera con il valido supporto di tanta e golosa frutta fresca, basta procurare: due vaschette di frutti di bosco e fragole, una banana, un contenitore per gelato, menta fresca. Dopo aver lavato e sbucciato accuratamente la frutta, si taglia a pezzetti, versandola in un contenitore alto e capiente con l’aggiunta di acqua versata a filo. Si frulla ripetutamente per ottenere una crema morbidissima travasando il tutto in un contenitore ermetico per gelati, da riporre in surgelatore per circa 12 ore.

=> Scopri le ricette per il gelato vegan


Ogni due o tre ore si rianima il composto frullandolo nuovamente, così da spezzare i cristalli di ghiaccio, mantenendo inalterata la morbidezza del gelato. Si serve in coppa con l’aggiunta di menta fresca e una spolverata di cacao amaro. Per aumentare la morbidezza ,è possibile unire qualche cucchiaio di yogurt di soia e procedere come descritto.

Mousse e frutta al forno

Mousse

La frutta cotta, per quanto poco accattivante, è un dolce davvero salutare e gustoso che può trovare un ottimo alleato in una mousse vegan realizzata con l’acquafaba. Ecco come prepararla, procurate: 200 grammi di cioccolato fondente senza additivi, acquafaba, succo di limone, frutta fresca (mele oppure susine), menta fresca, cannella, zucchero di canna, sciroppo d’acero o di riso.

=> Scopri proprietà e benefici delle mele cotte


Lavate la frutta, tagliatela a fette ed eliminate noccioli o semini, quindi disponete in una pirofila. A parte frullate insieme succo di limone, un cucchiaino di sciroppo d’acero, menta, zucchero grezzo e una spolverata di cannella. Irrorate la frutta mescolando e infornate per trenta minuti a 180°. A parte realizzate la mousse sciogliendo a bagnomaria il cioccolato fondente, lasciate raffreddare e, a parte, montate a neve l’acquafaba con un cucchiaino di succo di limone.

L’acquafaba – l’acqua di cottura di ceci e fagioli che, montata a neve, riesce a sostituire le uova – sarà pronta quando, inclinando la ciotola, il composto rimarrà spumoso e fermo. Aggiungete zucchero e cioccolato, muovendo la spatola dal basso verso l’alto, così da non perdere la consistenza ottenuta. Versate la mousse ottenuta in delle cocotte e lasciate raffreddare in frigorifero per un’ora. Servite le cocotte sopra un mini vassoio con accanto la frutta cotta, disposta in una ciotolina in tinta dal formato piccolo, rifinite con una granella semplice ottenuta tritando mandorle e noci.

9 febbraio 2018
Lascia un commento