Quando arriva la Befana, i più piccoli attendono una calza piena di dolci: non conta se siano stati buoni o cattivi, in fondo il risultato non cambia. Ma non c’è niente di meglio che preparare dei dolcetti in casa, magari con delle ricette vegan che non nuocciano alla salute dei bambini e che siano al tempo stesso divertenti, golose e colorate.

I bambini, in questo periodo dell’anno, vengono di solito dilettati dai più grandi in dolci che hanno a che vedere con le storie legate alla Befana, una vecchina che porterebbe cenere e carbone ai bimbi cattivi. La questione del carbone, negli anni, è stata elaborata in modo da essere trasposta nelle preparazioni dolci più disparare. Ecco quindi tre idee per ricette vegan da realizzare in vista dell’Epifania.

Arance candite

È la stagione delle arance: questi frutti in inverno danno il loro meglio, anche in termini di apporto all’organismo di vitamina C, perché allora non renderle più golose? Basta liberarle dalle proprie bucce, tagliare queste ultime a striscioline, bollirle, scolarle e lasciarle raffreddare. In un pentolino a cottura lenta, si deve intanto preparare uno sciroppo a base di acqua e zucchero di canna grezzo: lì devono essere immerse le strisce d’arancia e il tutto deve essere coperto, magari con un coperchio in vetro, per un paio d’ore in cottura sempre a fuoco basso. Dopo la cottura, le arance candite vanno lasciate raffreddare e potranno essere consumate. Le arance possono essere gustate dai bimbi così come sono, oppure possono essere ricoperte di cioccolato vegan, di cui si parlerà anche nella ricetta successiva.

Castagne ricoperte al cioccolato

Si tratta della ricetta più semplice che ci sia, in grado di rendere più appetibili le castagne ai bambini. Si devono bollire in acqua le castagne e liberarle dalle loro bucce, aiutandosi magari con la punta di un coltello. Intanto, a bagnomaria, si deve sciogliere del cioccolato vegan, all’interno del quale vengono rivoltate le castagne bollite dopo la cottura e la pulitura. Le castagne, così ricoperte, possono essere infilzate in forchettine di legno, per poi essere avvolte nella carta argentata dopo che saranno completamente secche.

Carbon dolce di pasta di mandorle

La pasta di mandorle è uno dei dolci più sani, soprattutto quando viene preparato in casa, perché non eccede nell’utilizzo dello zucchero. Se si ha un mixer, il processo di preparazione è anche molto veloce, oltre che semplice. Si prendono delle mandorle, tra cui 2 o 3 amare, le li lessa e le si pulisce. Queste, una volta asciutte, vanno tritate, così come una parte uguale di zucchero, rispetto alla quantità scelta per le mandorle. Zucchero e mandorle vanno uniti poi in un amalgama, cui va aggiunto dell’estratto di liquirizia. L’estratto serve a dare alla pasta di mandorle un colore simile a quello del vero carbone. Con le mani, uno scavino e la punta di un coltello, si deve plasmare la pasta di mandorle per dare l’aspetto del carbone.

3 gennaio 2016
Lascia un commento