Doggy bag artistiche contro lo spreco alimentare da Comieco. Rendere la riduzione degli sprechi alimentari di moda. Un passo in avanti in questa direzione prova a farlo Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi Cellulosici), in collaborazione con Slow Food Italia, con il nuovo progetto “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi”.

Lo scopo è quello di diffondere in Italia l’abitudine, già diffusa in altri Paesi come gli Stati Uniti, di portare a casa da locali e ristoranti cibo e bevande avanzate in quella doggy bag che spesso si rivela tutt’altro che destinata al nostro cane, ma proprio per noi. Questo perché c’è ancora una forma di vergogna nel chiedere di portare a casa gli avanzi.

Un’indagine di Coldiretti/Ixè ha analizzato i dati della ristorazione italiana dell’estate 2014, rilevando che ben il 24% della popolazione quando va al ristorante lascia sul piatto ciò che non mangia, proprio perché si vergogna di chiedere di portarlo a casa. Se aggiungiamo a questa percentuale un 18% che non è interessato a chiedere si può capire come sia importante una rivoluzione culturale da questo punto di vista per ridurre gli sprechi a tavola.

Ecco perché l’architetto Michele De Lucchi e il prof. Andrea Kerbaker hanno deciso di coordinare un team di professionisti per realizzare dei simpatici contenitori per gli avanzi che diventano veri e propri oggetti di design, con l’intento di rendere più attrattiva per i timorosi questa nobile pratica. Ne nascono disegni e fantasie che rendono quasi un peccato usarli per il cibo, ma un orgoglio da portare a casa dal ristorante.

Hanno partecipato tra i designer Giulio Iacchetti, Matteo Ragni con Chiara Moreschi e Francesco Faccin per la progettazione e gli illustratori Olimpia Zagnoli, Beppe Giacobbe e Guido Scarabottolo per i disegni sulle confezioni.

Sono già 75 solo in Lombardia i ristoranti che hanno aderito a questa iniziativa e da aprile riceveranno gratuitamente il kit da fornire ai propri clienti.

2 aprile 2015
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento