Diventare vegani è una scelta abbastanza estrema sebbene, nell’ultimo periodo, sia diventato anche un trend seguito da molti. Non si decide però di intraprendere questa particolare dieta per essere alla moda, lo si fa per diverse ragioni che possono riguardare il rispetto estremo per gli animali, l’amore per l’ambiente e anche la salute. Recenti studi hanno dimostrato come essere vegani porti dei notevoli benefici al nostro corpo.

=> Scopri i benefici della dieta vegana per mettere su muscoli

Chi segue una dieta vegana sarebbe meno esposta la rischio di sviluppare il diabete. Una recente ricerca scientifica ha stabilito, come riporta “The American Journal of Clinical Nutrition”, che consumare prodotti di origine animale raddoppi il rischio di sviluppare il diabete: basta un cucchiaio di burro al giorno per essere a rischio. Dunque meglio sostituire i grassi animali saturi con olio di oliva o noci secondo gli esperti.

Diabete e grassi animali: lo studio

Per arrivare a questa conclusione è stato svolto uno studio da parte dei ricercatori della Universitat Rovira i Virgili in Tarragona: 3349 persone hanno preso parte al progetto che aveva come scopo finale quello di stabilire la relazione tra il consumo di certi tipi di grassi saturi e l’insorgere del diabete di tipo 2.

=> Alternativa vegan per il Cornetto Algida, scopri cos’è

Chi ha mangiato 12 grammi di burro ogni giorno ha raddoppiato il rischio di diventare diabetico mentre, se si mangia la stessa quantita di yogurt con lo stesso contenuto di grassi, però di diverso tipo, il rischio crolla vertiginosamente.

Da questo studio sono poi emersi molti particolari collegati che portano i medici a consigliare un consumo moderato di alimenti di origine animale in quanto potrebbero aumentare il rischio di malattie gravi. Sostituire carne e uova con lenticchie e noci potrebbe essere quindi la chiave dell’eterna giovinezza.

Se si sceglie di diventare vegani è comunque necessario recarsi da un nutrizionista o un dietista al fine di avere una giusta tabella alimentare da seguire, giorno dopo giorno, per non incorrere in deficit o carenze.

20 febbraio 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
MARCO, mercoledì 5 aprile 2017 alle16:10 ha scritto: rispondi »

CERTO....UNA BUONA FETTINA AGLI ANTIBIOTICI.......

Stefano, mercoledì 22 febbraio 2017 alle15:02 ha scritto: rispondi »

La dieta vegana e' una moda, e' un estremismo dell'alimentazione. cio' che fa male sono gli eccessi: una fettina a di carne rossa una volta o due a settimana non e' certo un problema; inoltre molti alimenti come uova carne bianca e formaggi magri contengono preziosi nutrienti di alto valore biologico, tra cui aminoacidi essenziali, triptofano, calcio e vitamine. Per contro alcuni tipi di vegetali come le melanzane i peperoni e i pomodori, possono dare problemi perche' sono alimenti con un elevato tasso di acidita'. Inoltre i legumi e le fibbre delle verdure non sono ben tollerate da chi soffre di intestino irritabile. Per ultimo dimenticavo i funghi che sono tossici, e il prezzemolo che in antichita' si usava per far abortire le donne incinte. Meditate gente, meditate.......

Lascia un commento