Tre filiere certificate, che producono insieme un fatturato da 170 milioni di euro: è il Distretto della Sedia, primo green distric italiano che raccoglie piccole e medie aziende della provincia di Udine.

L’Italian Chair District ha aumentato del 2,2% il fatturato rispetto al 2012: la prima filiera italiana certificata FSC e PEFC a livello distrettuale, una delle poche filiere certificate anche in ambito europeo, occupa attualmente 1.100 dipendenti e si sviluppa in maniera esponenziale.

Grazie alle iniziative dell’Italian Chair District, sono nate, a livello distrettuale, le prime filiere italiane sulla sostenibilità del legno certificate FSC (Forest Stewardship Council) e PEFC (Programme for the Endorsement of Forest Certification): segno anche di una rinnovata attenzione del consumatore non solo per la qualità del prodotto, ma anche per la sostenibilità della sua produzione.

Dopo gli ultimi cicli di certificazione condotti dall’ICD, la filiera certificata FSC, che conta 55 imprese ne ha inserite altre 10, mentre la filiera PEFC, che conta 24 aziende, ne ha inserite ulteriori 5.

Inoltre, da quest’anno la certificazione multisito ISO 9001, diventando un certificato di gruppo, ha permesso di aggiungere alla filiera 10 nuove aziende della subfornitura.

Carlo Piemonte, direttore dell’ICD, ha spiegato:

Per l’Italian Chair District, una filiera certificata così ampia, rappresenta un valore aggiunto indiscutibile per soddisfare le esigenze di mercati sempre più attenti all’ambiente, soprattutto quelli del nord Europa che esigono che il legno utilizzato sia proveniente da foreste gestite in maniera responsabile ed abbia una storia e una tracciabilità. E’ senza dubbio un importante segnale di crescita dell’intero territorio.

Sono 650 le aziende del comparto produttivo friulano, specializzato nella produzione di sedie e, ogni anno che generano insieme oltre 450 milioni di fatturato.

Nel 2014, inoltre, PEFC Italia è diventato Green Partner del Giro d’Italia: la 97esima edizione della storica gara sarà presente anche l’Italian Chair District, con un allestimento lungo la 20esima tappa, per presentare i prodotti più rappresentativi delle aziende distrettuali certificate.

28 maggio 2014
Lascia un commento