Le vacche sono animali considerati sacri in India. Proprio nel Paese asiatico è stato scoperto come da esse possa derivare un potente disinfettante, prodotto a partire dall’estratto della loro urina, assolutamente ecologico e rispettoso dell’ambiente.

A produrlo è un’ONG, la “Fondazione mucca sacra”, che ha chiamato il composto “Gaunyle”. A raccomandarne l’uso la stessa Maneka Gandhi, ministro indiano per gli Affari femminili e lo Sviluppo dell’infanzia, che ha invitato i membri del Governo a disporre la sostituzione del fenile, prodotto chimico comunemente utilizzato per le pulizie degli uffici pubblici, proprio con il derivato dell’urina.

Dalle parole del ministro si sa che la rete di cooperative di consumo statali Kendriya Bhandar ha già seguito il consiglio: sta immagazzinando un certo quantitativo di questo ritrovato ecologico. Si parla però anche di presunti effetti benefici sulla salute. Qualche giorno fa il parlamentare Shankarbhai Vegad ha detto che:

Se vogliamo salvarci dal cancro, bisogna proteggere le mucche perché la loro urina è efficace al 100% contro ogni tipo di tumore.

Già oggi molti Stati dell’India proibiscono l’uccisione, la macellazione e la vendita della carne di vacca, mentre spesso bufale e tori non hanno lo stesso privilegio.

Nelle ultime settimane anche i due Stati del Maharashtra e dell’Haryana hanno proibito completamente macellazione e commercializzazione della carne di vacca e questo ha rinfocolato la discussione, da sempre in corso nel Paese, tra favorevoli e contrari.

30 marzo 2015
Lascia un commento