Dischetti di plastica sulle spiagge, invasione nel Tirreno

Assomigliano molto a delle cialde di caffè, ma non lo sono: sulle spiagge del versante tirrenico del Centro Italia vi è una vera e propria invasione di dischetti di plastica, uno spiaggiamento senza precedenti come segnalato in queste ore da Clean Sea LIFE.

Tantissime le segnalazioni pervenute in queste ore dalle persone che, facendo una passeggiata sulle spiagge del Centro Italia, come quelle di Ischia, di Tarquinia, ma anche di Capri, Napoli per arrivare fino alla Toscana, hanno notato migliaia di dischetti di plastica retinati che le maree hanno trascinato a riva.

=> Leggi i dati ENEA sui rifiuti in plastica sulle spiagge italiane

Si tratta di dischi dal diametro di cinque centimetri circa (ma anche di altre dimensioni) ed è probabile che si tratti di sistemi impiegati nei sistemi di trattamento biologico delle acque: supporti dove crescono i batteri che depurano l’acqua, assimilandone i nutrienti.

=> Scopri le 10 più belle spiagge italiane secondo il Telegraph

Il caso è stato segnalato ai carabinieri e alle capitanerie di porto e al reparto ambientale della Guardia costiera, mentre la Regione Lazio ha mobilitato l’Arpa. Il sito fa sapere che gli oceanografi del Lemma stanno cercando di individuare l’origine dello sversamento, tramite i modelli della circolazione delle correnti, anche se i primi casi sono stati segnalati ad Ischia:

È necessario risalire al ‘paziente zero’, usando l’analogia delle epidemie: cioè la/le località che per prime sono state investite dai dischetti e che, presumibilmente, sono le più vicine al punto di sversamento.

Nell’ottica di ripulire le spiagge da tali dischetti di plastica, Clean Sea Life invita dunque tutte le persone che ne avranno voglia a raccoglierli.

19 marzo 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento