Summer S. Wilson, una donna statunitense che vive in California, ha scatenato le ire del web dopo aver pubblicato le immagini del suo cane completamente dipinto. L’esemplare di nome Fiona, di soli tre anni, è apparso in un video e in alcune foto pubblicate dalla stessa Summer attraverso il suo profilo Facebook. Il manto del quadrupede, di razza Alano arlecchino, è completamente dipinto con tonalità multicolore in un insieme variopinto e particolare. Come assicura lei stessa, i materiali utilizzati sono adatti al manto dell’animale, quindi totalmente atossici. L’azienda produttrice dei colori, la OPAWZ, ha voluto tranquillizzare gli animalisti sull’articolo pubblicizzato. Sulla sua pagina sono tanti gli scatti dei quadrupedi che sono stati dipinti ad arte.

Ma gli animalisti hanno comunque deciso di lanciare una petizione, considerando la pratica una sorta di crudeltà imposta. Summer gestisce un negozio per animali e si occupa del benessere di cani e gatti, la moda della pittura del pelo ha preso piede velocemente in tutta la città di Santa Clarita dove è situato il negozio. Gli estimatori giungono anche da fuori zona, pur di far colorare il pelo dei propri amici. Amy Klein, che collabora con diverse associazioni animaliste, è certa che la lavorazione della colorazione sia stata lunga e quindi pesante da sopportare. La donna sottolinea le sette ore della preparazione e, come mostra il video stesso, Fiona non sembra particolarmente a suo agio.

Eppure la Wilson è certa dell’esito positivo della pratica, quindi dell’impatto sul pubblico. In molti effettivamente hanno commentato entusiasticamente l’opera finita e in tanti hanno richiesto lo stesso servizio per i loro amici. La procedura in realtà è stata effettuata in più tempi e giornate, il risultato ha attirato l’attenzione anche di un agente specializzato in animali con talento. La tecnica è stata estesa anche ad alcuni animali ospiti dei rifugi, così da incentivare e rendere più accattivante la loro adozione. Il colore si elimina dopo due o tre lavaggi.

12 gennaio 2016
Fonte:
Lascia un commento