Dioscorea: proprietà e controindicazioni

Chiamata in molti modi, quali igname selvatico e wild yam, la Dioscorea villosa è una pianta erbacea perenne originaria del Canada e di alcune zone dell’America centrale. Vanta più di cinquecento specie diverse e rappresenta una risorsa in ambito omeopatico e fitoterapico grazie alla presenza di diosgenina, di tannini e fitosteroidi.

La diosgenina, in particolare, fa parte delle saponine e viene considerata un progesterone naturale molto utile per gestire alcune fasi delicate della vita femminile, come la menopausa, in alternativa alle consuete cure ormonali. Questa sostanza, oltre ad avere effetti positivi sulla produzione ormonale, favorisce la produzione dell’ormone DHEA fondamentale per l’attivazione del metabolismo e per contrastare il normale processo di invecchiamento.

=> Scopri le piante purificanti per la casa


Della Dioscorea vengono solitamente utilizzati i rizomi e le radici, adoperati entrambi per preparare estratti secchi e polveri da assumere come integratori seguendo i consigli del medico e la posologia indicata. In commercio si trovano, inoltre, tinture madri a base di questa pianta.

Proprietà

Le qualità benefiche della Dioscorea sono numerose e spaziano attraverso ambiti diversi. Come accennato, la presenza di diosgenina rende questa pianta una risorsa per lenire i disturbi spesso accusati dalle donne durante il periodo della menopausa, grazie alla capacità di questa sostanza di inibire la ritenzione idrica, il gonfiore, le vampate di calore e ‘irritabilità.

Le proprietà estrogeniche della Dioscorea – oggetto di numerose ricerche scientifiche – sembrerebbero rendere questa pianta un ingrediente fondamentale di preparati utilizzati come integratori alimentari da assumere non solo durante la menopausa ma anche nei giorni caratterizzati dalla sindrome premestruale.

=> Scopri perché le piante europee medicinali sono a rischio


La Dioscorea vanta anche qualità antiossidanti, antidolorifiche e antinfiammatorie, tanto da poter essere adoperata anche a livello locale se contenuta in pomate o creme da applicare sulla pelle, utili per trattare problematiche cutanee o disturbi reumatici.

Le creme a base di Dioscorea – applicate sull’addome – possono rappresentare anche una risorsa per lenire i crampi legati al ciclo premestruale o alla delicata fase che lo precede.

Sovrappeso e colesterolo

L’estratto secco di Dioscorea – disponibile in capsule – viene talvolta utilizzato anche per contrastare l’aumento di peso dovuto a squilibri ormonali, così come per combattere la ritenzione idrica. Effetti benefici si ottengono anche in caso di disturbi legati al colon irritabile, mentre questa pianta sembra favorire anche una riduzione del colesterolo LDL solitamente definito “cattivo”.

Controindicazioni ed effetti indesiderati

Le controindicazioni relative all’uso di prodotti a base di Dioscorea riguardano soprattutto la possibile interazione con altri farmaci, soprattutto se assunti come terapia ormonale. Pertanto è indispensabile rivolgersi al medico prima di ricorrere al “fai da te” anche se si tratta di erbe o integratori alimentari a base di sostanze naturali.

La Dioscorea, inoltre, dovrebbe essere evitata dalle donne in gravidanza o dalle madri in allattamento al seno, così come da coloro che manifestano allergie a uno specifico componente. Per quanto riguarda gli effetti collaterali, l’uso di questa pianta può dare origine, seppure raramente, a episodi di diarrea o altri disturbi gastrici.

17 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento