Dimagrire potrebbe essere una questione di colori. Secondo uno studio condotto dal Dott. Charles Spence, professore di Psicologia sperimentale della University of Oxford, scegliendo un piatto di colore rosso si potrebbe ridurre il volume di cibo consumato e favorire di conseguenza il controllo del peso corporeo.

=> Dimagrire: scopri i benefici dell’esercizio fisico a digiuno

Il colore del piatto rappresenta, secondo il Dott. Spence, una delle armi in più per favorire una più probabile riuscita della propria dieta. Dimagrire o meno al termine di un percorso dietetico risulterebbe influenzato da diversi fattori, come sottolineato dallo stesso psicologo:

Snack o cibi poco salutari serviti su un piatto rosso finiscono con l’essere mangiati di meno poiché il colore rosso scatena una sorta di segnale di pericolo o di allerta.

Ciò su cui servi il cibo risulta quindi avere più un impatto sul gusto e sulla nostra percezione del sapore rispetto a ciò che penso ciascuno di noi riesca a realizzare.

=> Scopri come magrire senza allenarsi grazie a semplici attività quotidiane

Un aiuto per la dieta potrebbe arrivare anche dal servire dolci su piatti perfettamente bianchi, in quanto, conclude Spence:

Servendo il cibo su uno sfondo bianco e riducendo il contenuto di zucchero si riesca a far credere a chi mangia che il sapore sia lo stesso di prima. Questo potrebbe aiutare le persone a percepire la stessa dolcezza, ma senza le calorie.

Le seguenti conclusioni sono state tratta dal Dott. Spence in seguito all’analisi da parte dello psicologo dei risultati ottenuti da due precedenti studi: quello della University of Valencia (datato 2011) e quello condotto dai ricercatori della University of Stirling.

28 aprile 2017
Fonte:
Lascia un commento