Dimagrire: mangiare prima delle 15 aiuta a perdere peso

Consumare tutti i pasti della giornata prima delle 15 potrebbe essere la soluzione ideale per riuscire a dimagrire molto più velocemente. Sembrerebbe quasi impossibile, eppure mangiando in orari opportuni si avrebbe la possibilità di perdere peso più facilmente e si riscontrerebbero molti benefici per la salute.

Uno studio dell’Università dell’Alabama a Birmingham ha testato clinicamente come questa forma di digiuno intermittente possa abbassare la pressione sanguigna, stimolare il metabolismo e ridurre il desiderio di spuntini nel corso della notte, facendoci dimagrire più rapidamente. Secondo gli autori dello studio, tutto ciò dipende dal fatto che la dieta del digiuno segue il nostro ritmo circardiano naturale, quello che è noto anche come orologio biologico.

Nell’individuo i livelli di cortisolo, cosiddetto ormone dello stress, raggiungono il picco verso le 8 di mattina, dandoci un impulso in più per permettere di svegliarci. Poi questi livelli scendono di nuovo alle 3 del mattino successivo, per risalire al massimo 5 ore dopo.

=> Leggi come dimagrire con la dieta dell’astronauta

Quando abbiamo il picco delle 8 di mattina intervengono anche altri fattori come l’esposizione alla luce solare. In questo modo cominciano a lavorare anche le ghiandole surrenali e il cervello, con il rilascio di adrenalina. A metà mattinata i livelli di cortisolo iniziano a scendere, mentre l’adrenalina e la serotonina, che agisce come stabilizzatore dell’umore, continuano ad essere rilasciate. A mezzogiorno il metabolismo e la temperatura corporea raggiungono il massimo, facendoci diventare affamati.

Dopo mezzogiorno il metabolismo rallenta e proviamo una sensazione di stanchezza. Contemporaneamente alla discesa dei livelli di cortisolo viene rilasciata anche la melatonina, che induce sonnolenza, e i livelli di zucchero nel sangue diminuiscono. Mangiare tardi potrebbe essere davvero dannoso per il nostro metabolismo. Il professor Courtney Peterson ha spiegato:

I nostri corpi sono ottimizzati per fare certe cose in determinati momenti della giornata, ecco perché mangiare in sincronia con i nostri ritmi circadiani sembra migliorare la nostra salute e la nostra possibilità di dimagrire.

=> Scopri quali sono tè e tisane efficaci per dimagrire

Nello studio portato avanti i partecipanti hanno mangiato gli stessi cibi nelle stesse quantità in vari momenti della giornata. Dopo un attento monitoraggio i risultati sono stati netti. Questi dati potrebbero portare alla messa a punto di ottime strategie per aiutare a prevenire il diabete e l’ipertensione. Il dottor Eric Ravussin, direttore del centro di ricerca sull’obesità alimentare presso il centro di ricerca biomedica di Pennington e collaboratore allo studio, ha fatto notare:

I nostri dati indicano che anche il nostro regime alimentare deve essere sincronizzato con il ritmo circadiano e il nostro orologio biologico.

11 maggio 2018
Immagini:
Lascia un commento