Se stiamo cercando di dimagrire facciamo attenzione alla privazione del sonno, perché quest’ultima potrebbe influire in maniera determinante sull’aumento di peso. Lo hanno scoperto i ricercatori del King’s College di Londra, che hanno effettuato uno studio sull’argomento.

Gli studiosi hanno scoperto che non dormire abbastanza potrebbe portare a consumare una quantità maggiore di cibo nel corso della giornata successiva. Gli scienziati sono riusciti anche a calcolare esattamente quante calorie si consumano in più se si perde qualche ora di sonno durante la notte.

=> Dimagrire, scopri 8 modi per frenare la voglia di carboidrati

Dormire meno di sette ore per notte indurrebbe a consumare 385 calorie in più ogni giorno, che influenzano notevolmente l’aumento del peso corporeo. È stato visto inoltre che la mancanza di sonno sarebbe davvero pericolosa, perché le persone sono spinte a consumare alimenti più ad alto contenuto di grassi piuttosto che frutta e verdura.

=> Leggi 10 modi per dimagrire accelerando il metabolismo

Sono stati monitorati 172 soggetti e gli scienziati londinesi hanno scoperto che queste persone non avevano la necessità di mangiare di più dopo aver perso sonno, ma in realtà hanno fatto delle scelte poco sane. Anche per questo motivo gli esperti consigliano alle persone con età compresa tra 18 e 64 anni di dormire tra le sette e le nove ore ogni notte. Naturalmente anche una dieta sana è importante per prevenire l’aumento di peso.

Le conclusioni dello studio mostrano che poche ore di sonno portano a cercare una maggiore quantità di cibo per ricompensa. Di conseguenza si può avere la presenza di un’alimentazione con più grassi e meno proteine e queste ultime invece sono fondamentali per la salute del nostro organismo. Una dieta di questo tipo può aumentare il rischio di sviluppare diabete, malattie cardiovascolari e ipertensione.

26 ottobre 2017
Lascia un commento