Dimagrire: l’esercizio fisico attiva l’ormone che spegne la fame

Dimagrire è l’obiettivo di molte persone in sovrappeso o obese. Per dimagrire però bisognerebbe riuscire a contrastare il senso di fame che a volte diventa inarrestabile. Eppure uno studio italiano promette di aver trovato la soluzione giusta per spegnere la fame e dare la possibilità di perdere peso.

Sono stati gli studiosi dell’Università Aldo Moro di Bari a realizzare una scoperta importante, che potrebbe cambiare il futuro per ciò che riguarda il dimagrimento e il controllo del metabolismo in generale. I risultati dello studio italiano sono stati presentati al congresso dell’Associazione europea per lo studio del diabete.

=> Scopri come dimagrire grazie a un’antica erba cinese

Gli scienziati hanno studiato l’irsina, un ormone prodotto dai muscoli dopo la pratica dell’attività fisica. Si sapeva già che l’irsina è in grado di trasformare il grasso, bruciando energia e controllando il metabolismo del glucosio nell’organismo.

Adesso si è scoperto anche che questa sostanza è capace di agire in quei centri del cervello, in particolare della zona chiamata ipotalamo, che è la principale responsabile del controllo della fame. Nello specifico l’irsina promuove l’attivazione di alcuni geni che riescono a dare un maggiore senso di sazietà, attenuando l’appetito. Nicola Marrano, ricercatore dell’Università di Bari, ha spiegato:

Recentemente il nostro gruppo di ricerca ha dimostrato che la somministrazione di irisina per 14 giorni nelle cavie migliora la tolleranza al glucosio, stimola la produzione di insulina glucosio-indotta e aumenta il contenuto di insulina all’interno delle cellule che la producono, così come il numero di queste cellule.

=> Leggi perché fare colazione più tardi aiuta a dimagrire

Una scoperta molto importante, che potrebbe dare uno strumento in più per combattere la fame e per favorire la capacità di dimagrire, non assumendo molte calorie. Inoltre l’irsina diventerebbe una sostanza significativa per combattere il diabete.

I ricercatori hanno detto che continueranno a fare ulteriori studi anche attraverso la somministrazione di irsina, per scoprire qual è il suo ruolo sulla produzione di tutti gli ormoni che regolano il peso corporeo e il comportamento alimentare.

3 ottobre 2018
Lascia un commento