La dieta dei 22 giorni è un regime alimentare ideato da Marco Borges, che l’ha codificato in un suo volume. Alla base di questo percorso dietetico vi è l’alimentazione vegana, mentre la sua popolarità è ormai mondiale e molte star di Hollywood o della musica lo hanno scelto per tornare in forma.

=> Leggi le notizie riguardo Beyoncé e la dieta dei 22 giorni

Tra le star che hanno scelto la dieta dei 22 giorni figurano anche Beyoncé e Jay-Z, che alcuni mesi fa si sono sottoposti al percorso dietetico insieme. Durante tale periodo la cantante ha perso circa 11 chili, ecco come e quali alimenti sono ammessi in queste 3 settimane.

Come funziona e cosa mangiare

La durata di 22 giorni è stata individuata dallo stesso nutrizionista, che ha definito tale periodo come ideale per rompere le abitudini consolidate in fatto di alimentazione. Proprio un cambiamento in se stessi è l’elemento centrale di questo approccio, che ripone un’assoluta importanza nella capacità di rinunciare a una quotidianità poco salutare in favore di un regime dietetico più sano e di una maggiore attività fisica.

=> Leggi il decalogo per un’alimentazione vegana corretta

Tecnicamente le variazioni nella propria dieta e nelle abitudini di tutti i giorni dovranno avvenire nell’arco delle tre settimane principali, mentre a partire dal 22esimo giorno il corpo e la mente dovranno essere ormai pronti a raccogliere i risultati ottenuti e a mantenerli nel tempo. Innanzitutto occorre seguire alcune regole guida:

  • Meglio consumare verdure ed evitare cibi processati o sottoposti a prolungati trattamenti, evitando i prodotti di origine industriale;
  • Cercare di attenersi alla regola che vuole l’80% delle sostanze assunte siano carboidrati (compresi quelli ottenuti da frutta, verdura, cereali, legumi e ortaggi vari), il 10% proteine e il 10% grassi;
  • Preferire il consumo di cereali e legumi fino all’ora di pranzo, mentre a cena spazio alle verdure;
  • Tre pasti al giorno, evitando di saltare il pranzo e di mettersi a letto subito dopo aver mangiato: meglio aspettare almeno un paio d’ore;
  • L’attività fisica non deve essere trascurata, ma praticata per almeno 30 minuti al giorno;
  • Bere molta acqua, senza attendere necessariamente lo stimolo della sete (che compare secondo l’esperto una volta che si è già disidratati), evitando bevande gassate, zuccherate o alcoliche.

I prodotti dovranno inoltre rispettare quanto previsto dalla dieta vegana e provenire per quanto possibile da agricoltura biologica e a chilometro zero. Consentiti tra gli altri tè, cioccolato fondente vegan, zucchero di canna, sciroppo di malto, latte vegetale e spezie.

Guida al menu per la dieta dei 22 giorni

Ecco alcuni consigli e idee per un menu da consumare durante la dieta dei 22 giorni:

  • Colazione – Una colazione tipo è rappresentata da 40 grammi di fiocchi d’avena in una tazza di latte vegetale, accompagnati da un’ulteriore tazza di frutti di bosco e un caffè (o tè); possibile alternativa un budino di latte di riso o soia unito alla consueta tazza di frutti di bosco e a una bevanda (tè o caffè).
  • Pranzo – Il pranzo ideale è rappresentato da una minestra o zuppa di legumi e cereali, da consumare eventualmente anche freddi (specialmente nel periodo estivo), senza tuttavia caricare troppo le porzioni per non appesantirsi.
  • Cena – Il momento della cena può essere dedicato alle verdure, magari con una insalata ricca (almeno tre tazze di verdure) condita con olio d’oliva e arricchita con semi di zuccha o di canapa; possibile alternativa una patata piccola al forno condita con olio d’oliva e verdure al vapore.

È inoltre possibile gustare, una volta al giorno, anche un dolce. Ecco alcune possibili scelte: una banana schiacciata con polvere di cannella; due brownie vegan; tre cubetti di cioccolato fondente vegano.

31 maggio 2017
Lascia un commento