Le difese immunitarie recitano un ruolo di primaria importanza nella reazione dell’organismo alle aggressioni esterne, soprattutto a carattere virale. Entrano in gioco ad esempio anche nel respingere gli attacchi portati da raffreddore, influenza e sindromi influenzali. È opportuno quindi che il livello di risposta del sistema immunitario non scenda, pena il verificarsi di febbre, mal di gola, naso chiuso o altri sintomi che solitamente accompagnano le aggressioni da parte dei virus.

Evitare che si abbassino le difese immunitarie è possibile conducendo uno stile di vita sano e prendendo una serie di accorgimenti, sia per quanto riguarda l’alimentazione che l’assunzione quando necessaria di alcuni rimedi naturali. Soluzioni dalla natura che possono rivelarsi utili anche in caso di sistema immunitario in difficoltà a causa di stress o di alterazioni nella flora batterica intestinale.

Rimedi naturali

Una delle possibili cause dell’abbassamento delle difese immunitarie è lo stress, quindi è opportuno in questo caso valutare i possibili rimedi naturali per contenerlo e permettere al sistema immunitario di tornare al proprio livello abituale. Una soluzione è rappresentata da tisane rilassanti, tra le quali particolarmente efficace viene ritenuta quella a base di camomilla, valeriana e melissa.

=> Leggi perché dormire migliora la memoria a lungo termine del sistema immunitario

Rimanendo in tema di infusi un altro rimedio efficace è il tè Pu-Erh, le cui proprietà contemplano anche un’azione per mantenere sotto controllo il colesterolo e la capacità di aiutare l’organismo a bruciare i grassi in eccesso. Altri metodi per vincere lo stress sono il diffondere nell’aria il profumo di lavanda oppure consumare un bicchiere di latte caldo con l’aggiunta di un cucchiaino di miele, quest’ultimo altro rimedio naturale per stimolare le difese immunitarie. Altre opzioni possibili sono l’eleuterococco e la rodiola.

Vincere lo stress è possibile anche praticando Yoga o meditazione, anche se il loro apporto si spinge ben oltre. Queste due pratiche sono state indicate come efficaci nel contenere i livelli di alcune sostanze associate alle infiammazioni, secondo uno studio condotto nell’agosto del 2017 dalla University of Southern California, con ripercussioni sul benessere delle difese immunitarie.

=> Scopri i benefici del mangiare sano sul sistema immunitario

Anche se potrà apparire poco gradevole un’altra soluzione possibile è l’aglio. Non servirà masticarne un intero spicchio, ma ingoiarne alcuni pezzetti a mo’ di pillola al comparire dei primi sintomi di malessere. Positivo anche l’effetto garantito dai funghi Shiitake: basterà consumarne uno al giorno per risollevare le difese immunitarie basse.

Consigli utili

Risollevare difese immunitarie basse è possibile anche scegliendo un’alimentazione sana ed equilibrata, ricca di frutta e verdura. Se prevenire è meglio che curare, allora evitare le situazioni stressanti o imparare ad approcciarsi a esse con minore ansia è un altro consiglio che può rivelarsi molto utile.

A questi si affianca la regola d’oro di un buon riposo notturno, che dovrà essere quanto possibile regolare negli orari e nella durata (indicativamente compresa tra le 7 e le 8 ore). L’utilizzo di antibiotici deve essere ponderato e mai frutto di “automedicazione”: inoltre questa classe di farmaci si rivelerà del tutto inefficace nei confronti di un attacco virale, come quelli portati da influenza, raffreddore e in alcune tipologie di mal di gola, ma avrà comunque un effetto indebolente nei confronti delle difese immunitarie.

9 novembre 2017
Lascia un commento