I vegetariani, se seguono un piano alimentare vario ed equilibrato, sono più protetti da diverse malattie, proprio come chi adotta l’altrettanto sana dieta mediterranea. Dei benefici dell’alimentazione vegetariana si parlerà a Roma nei prossimi giorni, nell’ambito del congresso nazionale della Società Italiana di Nutrizione Vegetariana (SINVE).

Finora gli studi sul vegetarianesimo e sul veganesimo hanno rivelato i benefici di una dieta a base vegetale per la salute del cuore e nella prevenzione di alcune delle forme tumorali più aggressive. Gli stessi effetti possono essere ottenuti però anche seguendo la Dieta Mediterranea che fondamentalmente condivide molti dei principi del vegetarianesimo.

Non a caso la Dieta Mediterranea, in diversi studi sulla longevità, è stata associata ad aspettative di vita maggiori. Gli esperti sono d’accordo su un punto: quando si sceglie un programma alimentare bisogna evitare gli eccessi. A volte ci si approccia al cibo adottando criteri di giudizio piuttosto netti e credendo che ci siano alimenti giusti e alimenti sbagliati. In realtà ogni alimento ha proprietà benefiche se inserito all’interno di una dieta varia ed equilibrata.

Al contrario, escludere completamente alcune categorie di nutrienti, o consumare sempre gli stessi cibi, può essere deleterio per la salute, anche qualora si tratti di alimenti elencati tra i più salutari. Pensiamo ad esempio alla soia, i cui fitoestrogeni potrebbero ridurre la fertilità maschile, come dimostrato da un recente studio.

Per vivere meglio, secondo i nutrizionisti, non occorre necessariamente fare scelte radicali: è sufficiente ridurre gli zuccheri e il consumo di insaccati, latticini e carni rosse. Se tutti mangiassimo meno carne e prodotti processati, noteremmo subito dei cambiamenti positivi nel nostro organismo.

Per rispondere alle domande dei vegetariani la Società Italiana di Nutrizione Umana ha avviato uno studio molto interessante che valuterà la copertura nutrizionale garantita da un regime che esclude la carne e il pesce.

La ricerca terminerà nel 2015 e chiarirà tutti i dubbi e lo scetticismo di onnivori e vegani, aiutando magari a trovare un punto d’incontro tra quelle che ormai sono due fazioni.

4 novembre 2014
Lascia un commento