Dieta vegan: scelta Beyoncé ha influenzato boom secondo uno studio

Dieta vegana e Beyoncé: un binomio che meriterebbe di essere analizzato fino in fondo visto che alcuni esperti ritengono che ci sia un rapporto molto stretto. Come risulta da alcune analisi, l’adozione da parte della star musicale internazionale di un’alimentazione vegana ha innescato un vero e proprio incremento di una tendenza “alla moda” che ha potenzialmente incoraggiato moltissime persone a seguire l’esempio.

L’interesse per una dieta a base esclusivamente di vegetali, sostenuta anche da altri personaggi famosi come Gwyneth Paltrow e Mike Tyson, è cresciuto sempre di più negli ultimi anni, suffragato anche dalla ricerca scientifica, che ha dimostrato come possa essere benefica per la salute del cuore e come possa ridurre anche il rischio di incorrere in alcuni tumori.

=> Beyoncé e Jay-Z vegani per 22 giorni, leggi perché

Spesso l’alimentazione vegana non trova concordi tutti gli esperti a causa della possibile mancanza di sostanze nutritive importanti, come la vitamina B12, il calcio, lo zinco e le proteine di alta qualità. Quando però Beyoncé e il rapper Jay Z hanno deciso di far conoscere al mondo questo stile di vita l’interesse per il veganesimo avrebbe raggiunto delle punte altissime, tanto che uno studente finlandese che stava seguendo un periodo di dottorato ne ha fatto oggetto anche della sua tesi.

La diva del pop ha mostrato varie volte di aver adottato il veganesimo anche per motivi morali, e i sostenitori di questo tipo di alimentazione affermano che la dieta vegan possa determinare anche numerosi benefici ambientali, tra i quali la riduzione dell’inquinamento, il risparmio di risorse idriche ed energetiche.

=> Scopri 5 ricette vegan e veloci per la pasta fredda

Alcuni dati sull’interesse nei confronti del veganesimo sono veramente incredibili. Per esempio le ricerche su Google in tutto il mondo per il termine vegan sono aumentate del 32% nel 2015 e del 90% nel 2016. Nel Regno Unito le ricerche suggeriscono che nel 2016 il numero di vegani è aumentato del 360%.

Sarebbero soprattutto i giovani a portare avanti questo tipo di alimentazione. Anche tra coloro che non aderiscono strettamente ad una ferrea dieta vegan, molti cercano di includere più alimenti vegetali nei loro consumi quotidiani. Inoltre il 28% dei britannici afferma di aver ridotto il consumo di carne negli ultimi sei mesi.

I sostenitori del veganesimo dichiarano che l’alimentazione vegana induce ad avere livelli più bassi di colesterolo e di pressione sanguigna e un indice di massa corporea inferiore. Gli scienziati dell’Università di Ghent hanno scoperto che sostituire i prodotti lattiero caseari con quelli a base di soia ridurrebbe di circa il 44% il rischio di sviluppare il tumore al colon.

I detrattori affermano per contro che diminuire il consumo di latte aumenterebbe il rischio di gravi problemi di salute, come l’osteoporosi, nelle fasi più avanzate della vita. Pro e contro, che spesso non vengono presi in considerazione quando le celebrità lanciano un nuovo stile di vivere e di alimentarsi.

8 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
GV, giovedì 14 settembre 2017 alle9:34 ha scritto: rispondi »

Invece sono proprio i prodotti caseari a causare l'osteoporosi in quanto il processo digestivo di quei prodotti consuma calcio. Lo dimostrano gli studi sulle popolazioni che non ne consumano e che non hanno l'osteoporosi.

Lascia un commento