Seguire una dieta senza glutine non è garanzia di dimagrimento. Questo l’avviso rivolto da alcuni nutrizionisti e dall’AIDEPI, Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane, secondo i quali per dimagrire la scelta di rinunciare a pasta e pane tradizionali non porterebbe i benefici sperati.

Nonostante la dieta senza glutine stia prendendo piede, pubblicizzata anche da noti personaggi televisivi statunitensi, la sua efficacia sarebbe tutt’altro che riconosciuta. Come spiega l’AIDEPI:

Le paste gluten free, la cui qualità migliora di anno in anno, sono nate per andare incontro alle esigenze di coloro che soffrono di malattie o allergie collegate al glutine. Continua a dilagare, invece, la convinzione che questi prodotti aiutino a star meglio e a controllare il peso corporeo, quando in realtà non esistono prove scientifiche che dimostrino tale correlazione.

La pasta, invece, nelle giuste quantità, si può consumare quotidianamente nel contesto di una dieta equilibrata e di un corretto stile di vita e, grazie al suo elevato potere saziante, è indicata anche nelle diete ipocaloriche e pertanto dimagranti.

Una visione condivisa anche dal nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio, che ha affermato:

Non ha senso seguire una dieta senza glutine solo per dimagrire. Non ci sono prove scientifiche che dimostrino l’efficacia dietetica di pasta, pane e biscotti per celiaci. Un etto di pane senza glutine, che viene sostituito con carboidrati e grassi, ha le stesse calorie di uno che lo contiene, ma con una composizione in macronutrienti che, non essendo necessaria, potrebbe alterare le risposte metaboliche. Non consiglio mai un regime del genere a chi non soffre di questa patologia ma vuole solo dimagrire.

Contrario anche il nutrizionista Andrea Ghiselli, che oltre a concordare sull’inutilità di una dieta senza glutine al fine di dimagrire va oltre e sottolinea alcuni altri aspetti per cui chi non è celiaco dovrebbe evitare i prodotti “gluten free”:

L’idea che i prodotti senza glutine siano più sani degli altri è del tutto falsa: le persone perfettamente sane che mangiano prodotti senza glutine non ne traggono alcun vantaggio, anzi si privano del piacere di mangiare un buon pane, una buona pasta o un buon dolce. Il glutine, che trattiene acqua e aria, serve per la panificazione ed è responsabile della fragranza di pane e pizza. Nella pasta trattiene l’amido durante la cottura.

24 luglio 2014
Fonte:
Lascia un commento