Dieta Mediterranea un aiuto naturale contro l’osteoporosi

La Dieta Mediterranea è un rimedio naturale per chi soffre di osteoporosi. Questa la conclusione a cui sono giunti i ricercatori internazionali coinvolti nello studio, guidato dagli esperti dell’Università di Bologna. Coinvolti nella ricerca anche studiosi francesi, britannici, danesi e polacchi, che hanno condotto i test nei rispettivi Paesi d’origine.

Lo studio sugli effetti della Dieta Mediterranea sulla salute delle ossa ha coinvolto circa 1150 volontari totali, tutti di età compresa tra i 65 e i 79 anni. A metà di questi è stato chiesto di seguire un’alimentazione improntata sul mangiar bene mediterraneo, quindi con ampio ricorso a frutta, verdura, olio d’oliva, pesce e cereali integrali, mentre gli altri hanno continuato con le proprie abitudini alimentari.

=> Scopri i benefici della Dieta Mediterranea contro l’inquinamento

Analizzando la densità ossea dei partecipanti i ricercatori hanno notato che la Dieta Mediterranea aveva un impatto evidente soltanto in coloro che soffrivano di osteoporosi. Chi invece aveva ossa “normali” non traeva particolare beneficio al riguardo.

=> Leggi di più su Dieta Mediterranea e riduzione del rischio tumore al seno

Nello specifico chi ha seguito l’alimentazione “all’italiana” ha visto incrementare la densità ossea del collo del femore, la parte collegata alla testa arrotondata, che si connette a sua volta all’osso dell’anca. Come ha riferito la prof.ssa Susan Fairweather-Tait, ricercatrice presso la University of East Anglia (che ha condotto gli studi sul fronte britannico):

Questa è un’area molto sensibile per quanto riguarda l’osteoporosi in quanto una perdita ossea nel collo femorale è spesso la causa di una frattura all’anca.

Le ossa richiedono un tempo lungo per la loro formazione, quindi lo studio di 12 mesi, malgrado sia uno dei più lunghi mai condotti, resta una ricerca portata avanti per un tempo relativamente breve per mostrare un reale impatto. Il fatto che siamo stati in grado di vedere una marcata differenza tra gruppi anche solamente in quest’area è un dato rilevante.

13 luglio 2018
I vostri commenti
Sandro, lunedì 16 luglio 2018 alle18:44 ha scritto: rispondi »

Soffro da oltre due anni del morbo di Pagget. Mi dicono che non c'è rimedio. Vorrei sapere da voi se posso fare qualcosa' Vorrei almeno stare un pò meglio. Grazie

Lascia un commento