La Dieta Mediterranea ridurrebbe del 35% il rischio di demenza. Lo ha scoperto uno studio condotto presso l’Università della California. In particolare dalla ricerca è venuto fuori che i vantaggi di mangiare pesci oleosi, verdure fresche e frutta secca consistono nel miglioramento della salute del cervello e nella prevenzione della demenza.

=> Scopri i cibi della Dieta Mediterranea più utili per il colon-retto

Già da tempo si sapeva che la Dieta Mediterranea è associata a dei vantaggi per la salute. Adesso questo studio fornisce un’ulteriore conferma, che segue quella di un’altra ricerca della Columbia University che ha coinvolto più di 7 mila persone. I suoi risultati sono stati presentati anche alla Conferenza internazionale dell’Associazione per l’Alzheimer a Londra.

I benefici del cibo sano di alta qualità consisterebbero in un legame protettivo della funzione cognitiva. Gli esperti sono convinti che il cambiamento del regime alimentare sia fondamentale. La differenza si vedrebbe anche in coloro che seguono altri tipi di diete, basate soprattutto su grassi saturi, sulla farina lavorata e sullo zucchero trasformato.

=> Leggi perché la Dieta Mediterranea rende gli italiani i più sani al mondo

I ricercatori hanno chiarito che i grassi “buoni” trovati nel pesce sono vantaggiosi per il cervello. Per questo molti esperti si sono schierati a favore dei risultati conseguiti, spiegando che ci possono essere fattori dello stile di vita essenziali per sostenere un invecchiamento senza troppi problemi.

La Dieta Mediterranea adatta a proteggere le funzioni cerebrali è quella che limita l’alcol, introduce l’olio d’oliva, diverse verdure e frutta e fino a quattro porzioni di pesce alla settimana.

18 luglio 2017
I vostri commenti
massimo fiorentino, martedì 18 luglio 2017 alle19:07 ha scritto: rispondi »

la dieta mediterranea non è consigliata per i diabetici;l'eccesso di carboidrati non fa bene a nessuno

Lascia un commento