Seguire la Dieta Mediterranea aiuta a ridurre di un terzo il rischio di manifestare il diabete di tipo 2. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori della Harvard University, secondo i quali la riduzione si aggirerebbe intorno al 34%.

Lo studio ha concentrato la sua attenzione non soltanto sui benefici della Dieta Mediterranea e in generale di un’alimentazione basata su alimenti di origine vegetale, ma ha sottolineato anche le differenze tra regimi alimentari più o meno salutari da questo punto di vista.

Per farlo sono stati analizzati i comportamenti alimentari e i profili clinici di 200 mila esperti della salute statunitensi in un periodo di controllo di 20 anni. Una delle prime evidenze è stata quella relativa ai cereali, che per essere davvero salutari devono essere integrali.

Chi seguiva ricca di verdure con l’utilizzo però di cereali raffinati, patate e bevande zuccherate ha mostrato una propensione al diabete di tipo 2 superiore del 16% rispetto a coloro che sceglievano grani integrali e un ridotto apporto di zuccheri raffinati.

Un’alimentazione ricca di verdure e povera di proteine animali come la Dieta Mediterranea permetteva rispetto alle diete meno salutari (seppur basate sulle verdure) una riduzione del rischio pari al 20%; quando nella sua versione più salutare la percentuale ha raggiunto il 34%.

A permettere tale riduzione eccezionale l’alto contenuto di fibre, antiossidanti e acidi grassi insaturi, oltre al particolare contenuto di micronutrienti come il magnesio. Come ha sottolineato il Dott. Ambika Satija, nutrizionista presso la Harvard University:

Questo studio fa luce sul fatto che anche un moderato cambiamento nell’alimentazione quotidiana in direzione di una dieta basata sui vegetali possa giocare un ruolo significativo nella prevenzione del diabete di tipo 2. Questi risultati forniscono ulteriore evidenza alle raccomandazioni correnti sulla prevenzione della patologie croniche.

Secondo quanto ha affermato il co-autore dello studio, il Prof. Frank Hu:

Il passaggio a un percorso alimentare con un maggiore contenuto di alimenti di origine vegetale come verdure, frutta, cereali integrali, legumi, noci e frutta secca col guscio, e semi, con un ridotto apporto cibi di origine animali, specialmente carne rossa e processata, può conferire benefici sostanziali per la salute nella riduzione del diabete di tipo 2.

15 giugno 2016
Fonte:
Lascia un commento