Sì ai grassi purché all’interno di un’alimentazione di tipo mediterraneo. Un nuovo studio dello US Department of Veterans Affairs’ medical centre ha fatto il punto su 50 anni di ricerche in merito al rapporto tra scelte alimentari e patologie.

Ne emerge un quadro nel quale la Dieta Mediterranea si afferma come l’alimentazione più salutare non soltanto per mantenere un peso forma, ma anche per contrastare varie malattie, anche gravi, come l’infarto (rischio -29%), il diabete di tipo 2 (-30%) e il tumore al seno (-57%).

Questo in relazione al fatto che molti dei grassi contenuti in tale alimentazione sono considerati in realtà benefici per l’organismo. Come ha spiegato la Dott.ssa Hanna Bloomfield, autrice principale della ricerca:

Quel che abbiamo riscontrato nel corso del nostro studio è che le diete salutari possono contenere alti livelli di grassi, specialmente se sono grassi salutari.

I grassi salutari per l’organismo presenti nella Dieta Mediterranea risultano essere quelli monoinsaturi contenuti nell’olio d’oliva e gli omega-3 di cui sono ricchi salmone, pesce azzurro e frutta secca col guscio (noci in particolare). Al contrario nelle diete occidentali spesso si evidenziano elevati livelli di grassi saturi (burro e carne) e insaturi (altri oli vegetali).

Come ha concluso la Dott.ssa Bloomfield, riferendosi in particolare al contesto statunitense:

L’enfasi negli USA è stata posta, almeno negli ultimi 30 anni, sull’importanza di ridurre i grassi, grassi di tutti i tipi, indicando come i grassi fossero il male assoluto.

È invece emerso come l’epidemia di obesità di questa nazione sia probabilmente dovuta al nostro incrementato consumo di cereali raffinati e zuccheri aggiunti, e non così tanto alla nostra assunzione di grassi.

21 luglio 2016
Fonte:
I vostri commenti
Marisa, giovedì 21 luglio 2016 alle22:43 ha scritto: rispondi »

Vorrei per cortesia delle spiegazioni o ricette per il colon irritabile diarea cronica se è possibile grazie

Lascia un commento