Esiste una dieta per tutto. Moltissimi problemi di salute si possono affrontare meglio attraverso dei corretti comportamenti alimentari, per cui è bene imparare a fare la spesa e scegliere accuratamente i cibi da portarsi a casa. E i problemi di cuore non fanno differenza. Per convivere con scompensi, miopatie, colesterolo alto, ipertensione e così via, oltre naturalmente ai consigli e alle prescrizioni del medico, è bene inserire nella propria dieta una serie di alimenti e variarli molto molto spesso. Una caratteristica fondamentale di questa dieta è ridurre i grassi e cercare di non essere mai sovrappeso: un corpo sovrappeso affatica tutto l’organismo in generale e il cuore in particolare.

Nella dieta per combattere le malattie cardiache e aiutare il cuore a funzionare meglio devono essere banditi i grassi saturi contenuti nei latticini, nell’olio di palma e di cocco, e privilegiare alimenti con poco sale (magari optando per una sostituzione con la salsa di soia), carni bianche, pesce, verdure (soprattutto crude o cotte al vapore), frutta fresca, cereali e legumi. L’alimentazione deve essere varia: ogni alimento non dovrebbe ricorrere più di due volte all’interno di una stessa settimana, che consente di evitare eccessi di calorie.

IMG_0255

Alimenti che abbassano il livello di colesterolo

In una dieta che tende a tenere basso il livello di colesterolo, ci deve essere tanto pesce, in particolare il salmone fresco, che contiene omega 3 e antiossidanti, sardine fresche (se si decide di friggere meglio con olio d’oliva anche se poi il piatto risulta pesante o al limite con olio di semi di girasole), fegato, noci e mandorle, che sono ricche di fibre, omega 3 e vitamine, farina d’avena purché sia poco lavorata, radicchio rosso che protegge vasi sanguigni e cuore, mirtilli, bacche di goji e ciliegie, che fluidificano il sangue e prevengono problemi alle coronarie, caffè verde per la prevenzione anche del diabete, tè verde per aiutare la diuresi che combatte l’ipertensione, carciofi, latte di soia e infine cioccolata fondente, che contiene flavonoidi, ma attenzione a leggere l’etichetta, perché potrebbe esserci anche dell’olio di palma nella sua composizione.

Come cucinare i cibi per il cuore

Alcuni di questi cibi, se preparati in maniera scorretta, possono generare problemi per coloro che soffrono di patologie cardiache, soprattutto connesse con il colesterolo alto, esattamente come gli alimenti che posseggono grassi saturi. Tutto ciò che fa venire in mente la cucina sana e con poche calorie è quindi ben accetta, a partire dalle verdure crude, ricordando che appunto le cruditesse di verdure fresche posseggono un maggior apporto vitaminico e di antiossidanti, che in cottura affievoliscono il loro effetto.

In ogni caso, non fa male cucinare le verdure arrosto o al vapore, o al limite anche saltate in padella con un filo d’olio d’oliva o la salsa di soia. Lo stesso vale per il pesce: ben venga il pesce arrosto, al cartoccio, lesso o al vapore, ma sono da evitare cotture eccessivamente composite. Bene la carne arrosto o saltata in padella, ma anche in umido insieme alle verdure.

20 gennaio 2014
Lascia un commento