Dieta estiva veloce: quanto e cosa mangiare

L’estate è arrivata, ma la prova costume è per molti ancora un problema. Eliminare i chili in eccesso potrebbe risultare una necessità urgente, ma perderli tutti insieme potrebbe rivelarsi deleterio. Con il rischio di riprenderli poi a fine dieta, con l’aggiunta di qualche extra. Come sempre, è bene seguire un regime alimentare regolare, che possa diventare uno stile di vita quotidiano senza grosse privazioni, con benefici reali per la forma fisica e per il benessere dell’organismo. Sicuramente perdere qualche chilo durante l’estate è possibile, grazie anche alla presenza del caldo che dimezza la fame e la voglia di esagerare.

Moderazione

Le diete last minute e fai da te sono sconsigliate, perché gravano sul corpo eliminando solo l’acqua e non la massa grassa. Il rischio di recuperare tutto è quasi un certezza, per questo è importante affidarsi alle mani di un esperto, come un nutrizionista, che possa stilare una dieta ad hoc in grado di agevolare il dimagrimento senza sofferenze. Moderarsi è la regola principale, mangiando sempre un po’ di tutto, ma con dosi calibrate e preferendo cibi sani, idratanti, nutrienti ma non troppo calorici.

=> Scopri la dieta per l’estate


Cottura

Griglia

Anche la tipologia di cottura può correre in aiuto, così da rendere i cibi più leggeri senza perdere sapore, ma anche senza dimezzare le proprietà nutritive del cibo. Meglio la cottura a vapore oppure alla piastra o alla griglia, ottime con l’aggiunta di spezie e aromi e un filo d’olio d’oliva.

Pasti

Vietato saltare i pasti, perché è importante conservare i 5 appuntamenti quotidiani avendo cura di non esagerare con le porzioni. Mangiare in modo sano senza affamare il corpo permette di velocizzare il metabolismo, così da bruciare più velocemente i grassi. Un po’ di attività fisica potrà aiutare, magari una camminata a passo sostenuto da effettuare nelle ore più fresche lungo la battigia, oppure in montagna, ma anche flessioni, addominali e ginnastica casalinga.

=> Scopri la dieta dell’anguria per dimagrire


Dieta: un esempio

Colazione

Un esempio di dieta, da considerare in modo generico, potrebbe partire con una colazione sana con prodotti integrali come cereali, frutta fresca, oppure uno yogurt magro o greco e frutta secca, quindi una bevanda calda come caffè o tè. Oppure pancake leggeri da realizzare con latte di soia, farina di avena e uova da insaporire con frutta fresca o marmellata light.

A metà mattinata si possono magiare un po’ di frutta secca o di frutta fresca, magari uno smoothie oppure gallette di riso o di mais con marmellata light. Pranzo con carboidrati leggeri come riso o pasta integrale (circa 70 grammi), quindi verdure e proteine (carne o pesce bianco dai 100 a 150 grammi circa, fagioli, ceci o lenticchie). Per la cena meglio un secondo con contorno, sempre leggero, magari di tipo vegetariano. Acqua fresca, tè verde o acque aromatizzate per idratare e spezzare la fame, mentre è meglio evitare i fuori pasto concedendosi un cubetto di cioccolato all’occorrenza o un gelato vegan light. Le porzioni cambiano in base al singolo stile di vita, ma per un programma personalizzato è necessario rivolgersi al medico o al nutrizionista di fiducia.

18 agosto 2018
Lascia un commento