Dieta dimagrante: uno studio rivela qual è la migliore per la salute

In Rete vi sono così tante diete dimagranti che è facilissimo perdersi e sceglierne una poco salutare. I ricercatori del Prevention Research Center dell’Università di Tale hanno però deciso di mettere a confronto alcuni dei programmi dimagranti più popolari, nel tentativo di metterne in rilievo rischi e benefici per la salute e fornire così una rapida guida utile a chi vuole perdere peso.

In un lungo articolo intitolato “Possiamo dire quale dieta è migliore per la salute?” il team paragona le diete dimagranti più note e chiacchierate sia sul Web che in televisione: la dieta dimagrante a basso contenuto di carboidrati (low carb), a basso contenuto di grassi, basso indice glicemico, DASH, Paleo, vegeteriana/vegana e mediterranea. Nessuno di questi programmi è il migliore in termini di salute ma vi sono degli elementi comuni che, è stato dimostrato, apportano dei benefici all’organismo.

Osservano i ricercatori che:

  • le diete dimagranti vegetariane o vegane e in generale ricche di frutta e verdura rappresentano un valido aiuto per il corpo, a patto che includano anche cereali integrali, noci e semi nel menu quotidiano;
  • le diete a basso contenuto di grassi sono migliori di quelle ad alto contenuto di grassi, anche di quelle più salutari come la dieta mediterranea;
  • contrariamente a quanto ipotizzato da diversi studi, la dieta mediterranea non sarebbe in grado di ridurre il rischio di incorrere in malattie cardiache, cancro, obesità, sindrome metabolica e malattie neuro-degenerative;
  • meglio una dieta che includa il giusto apporto di carboidrati piuttosto che una low-carb, poiché questo macronutriente (in quantità ideale) è associato a un minor rischio di tumori e a un miglior controllo del peso corporeo;
  • mangiare cibi ad alto indice glicemico è associato a un maggior rischio di malattie al cuore;
  • sfatato il mito della dieta Paleo: mangiare come nell’era paleolitica non apporterà particolari benefici a livello di salute. Inoltre si tratta di un programma difficile da seguire anche perché la maggior parte delle piante allora disponibili sono oggi estinte.

E allora quale dieta dimagrante seguire per tutelare la propria salute? Gli esperti consigliano di seguire un’alimentazione sana, dove quotidianamente non manchi nessuno dei macronutrienti indispensabili per il corretto funzionamento del corpo (carboidrati, proteine e grassi). Meglio scegliere cibi sani, che siano lavorati il meno possibile e che contengano poco sale.

25 marzo 2014
Immagini:
I vostri commenti
felicita paola, venerdì 28 marzo 2014 alle9:16 ha scritto: rispondi »

buongiorno, ho 64 anni, purtroppo nel giro di 5 mesi ho messo su 6 kg, pur mangiando poco, scondito ,senza grassi senza zuccheri il mio peso continua ad aumentare. Premesso che faccio anche palestra 3 volte a settimana senza ottenere alcun risultato. Per favore datemi un consiglio. grazie

Lascia un commento